FC Barcelona – Il Caso Griezmann e le dichiarazioni meschine di Dugarry

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui

Il “Caso Griezmann” sembra quasi che non stia minimamente colpendo Griezmann stesso. Intorno a quei 4 minuti si sta dibattendo tantissimo a Barcelona. Tutti i media sono concentrati nel leggere tra le righe, divinare il futuro del ragazzo e trovare soluzioni. L’entourage del francese è sceso sul piede di guerra. Messaggi polemici, sibillini e taglienti, successivamente eliminati, sono apparsi nelle reti sociali della famiglia. La sorella ha in programma un incontro con il club per conoscere le loro intenzioni, di qui al futuro, dopo che Mister Tristezza ha stupito tutto il mondo con la sostituzione operata al 90′. Simeone stesso è rimasto sorpreso, e non ha nascosto una certa indignazione per l’episodio. Tutti in subbuglio dunque. E lui? Il diretto interessato? Martedì ha lasciato il Camp Nou con un muso lungo un chilometro. Ma già oggi ha postato in uno dei suoi canali social una foto sorridente durante l’allenamento condita da una faccina innamorata e un pallone. Il carattere c’è; la motivazione pure; la voglia testarda di non rinunciare a trionfare nel Barça è intatta. Sarà anche solo per partito preso, per un motivo di orgoglio personale, per dimostrare ai suoi detrattori, primo fra tutti il suo attuale allenatore, che è sempre il campione del mondo di due anni fa. Antoine ha ricevuto immediati appoggi da molti compagni di squadra e risposte al suo post. Da parte di Umtiti, che ha replicato con due cuoricini e di Suárez che ha commentato con un “Siempre positivo y mirando hacia adelante” (Sempre positivo e guardando avanti) con due braccia muscolose in segno di forza e sostegno. Dembélé, da parte sua, ha messo un mi piace in calce alla foto. Tra le reazioni è da segnalare quella sgradevolissima, inopportuna e da censurare in maniera assoluta per il suo carattere volgare, razzista, prevaricatore, infame, misero e bieco di Dugarry, ex giocatore di livello medio-basso di calcio che parla così come giocava. Il francese in una dichiarazione shock all’emittente RMC Sport ha vergognosamente invitato Griezmann a non preoccuparsi di “uno metà autistico alto 1 metro e cinquanta come Messi” e di andare avanti per la sua strada. “Se ha un problema con Messi non deve che rifilargli uno schiaffone”. Questo il commento inaudito di una persona che non vale nemmeno il tempo che abbiamo impiegato per riportare le sue frasi. In ogni caso era doveroso farlo, se non per altro, per mettere in evidenza la meschinità brutale e l’arretratezza culturale di certi uomini piccoli piccoli.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile