MLS is Back Tournament: Atlanta United va ko anche contro Cincinnati, i Quakes vincono 4-3 al 98′

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


Seconda sconfitta in altrettanti impegni nell’MLS is Back Tournament per l’Atlanta United: i rossoneri, in dieci per oltre un’ora per l’espulsione di Mulraney ed in nove nei secondi finali per il “rosso” a Williams, soccombono per 1-0 contro Cincinnati. La compagine dell’Ohio che nelle tre precedenti uscite stagionali aveva rimediato altrettanti ko si aggiudica l’intera posta in virtù di una rete realizzata da Amaya a meno di un quarto d’ora dal termine. Il successo consente all’Orange and Blue, guidato per la seconda volta in panchina da Jaap Stam, di agganciare in vetta al girone E Columbus Crew e New York Red Bulls a quota 3. Per l’Atlanta United, senza punti e reti all’attivo dopo 180 minuti, il cammino verso la qualificazione agli ottavi di finale appare decisamente in salita. La prima opportunità da rete è per la compagine dello stato della Georgia: un tentativo di Barco da fuori area sfila non distante dai pali difesi da Tyton. I rossoneri si ritrovano al 26′ in inferiorità numerica per l’espulsione di Jake Mulraney per somma di ammonizioni. Cincinnati fallisce al 29′ una ghiotta opportunità da rete con Regattin. Sul finire della prima frazione (49′) torna a farsi vedere Atlanta: Gonzalo Martinez e Castillo impegnano severamente Tyton. Allo scoccare dell’ora di gioco è Cincinnati ad andare vicino alla rete con una conclusione di Kubo deviata da Guzan in angolo. Orange and Blue passa in vantaggio al 76′ con una battuta dalla distanza del diciannovenne centrocampista statunitense Frankie Amaya. Atlanta non riesce ad organizzare una reazione convincente. Il complesso di Frank de Boer termina il confronto in nove: JJ Williams, subentrato all’83’ a Gonzalo Martinez viene espulso al 100′.

Leggi anche:  Torino, pareggio con poche emozioni contro l'Al Fateh

Nella seconda giornata del girone B i San Jose Earthquakes ottengono una preziosa quanto incredibile vittoria in rimonta per 4-3 sui Vancouver Whitecaps all’esordio nella competizione. Decisiva ai fini dell’affermazione della franchigia californiana, in svantaggio per 3-1 a meno di venti minuti dal termine, si rivela una rete di Salinas al 98′. Il primo successo nella competizione consente alla compagine di Matías Almeyda di portarsi in vetta al raggruppamento con 4 punti all’attivo.
La sfida vede i Vancouver Whitecaps portarsi in vantaggio già al 7′ con Ali Adnan: l’ex esterno difensivo dell’Udinese si accentra da sinistra e trafigge Vega con una precisa e potente battuta in diagonale. La reazione dei San Jose Earthquakes non si fa attendere. Yueill al 9′ impegna severamente Crepeau con una conclusione dal limite dell’area. Ad andare nuovamente a segno sono però i Whitecaps grazie ad un’autorete di Judson generata in partenza da una disposizione difensiva alquanto rivedibile dei Quakes in occasione di un pallone perso in fase d’attacco. In piena fase di recupero San Jose accorcia le distanze con una bella deviazione al volo di Andrés Ríos in occasione di un tiro dalla bandierina di Espinoza. I Vancouver Whitecaps tornano ad allungare al 59′. Vega, protagonista all’esordio di ottimi interventi, incappa in un clamoroso errore regalando letteralmente il pallone a Milinkovic: il 27enne centrocampista francese non si fa pregare due volte per servire a centro area l’accorrente Cristian Dajome per il più comodo degli appoggi in rete a porta vuota. I San Jose Earthquakes non si arrendono. Chris Wondolowski approfitta al 72′ di uno sbandamento della difesa avversaria per riaprire il confronto con un tocco sotto misura. A nove minuti dal termine Alanis Oswaldo sigla il 3-3 con un perentorio colpo di testa sugli sviluppi di un corner battuto da Eriksson. Le emozioni non sono ancora finite. Al 98′ Shea Salinas, favorito anche da un rimpallo, chiude nel migliore dei modi un’azione personale firmando la rete della vittoria per i San Jose Earthquakes.

Leggi anche:  Amichevole, dove vedere Nizza-Milan: streaming e diretta tv in chiaro?

Classifica Girone B: San Jose Earthquakes 4; Chicago Fire* 3; Seattle Sounders 1; Vancouver Whitecaps* 0.
* Una partita in meno.
Classifica Girone E: Columbus Crew*, New York Red Bulls* e Cincinnati 3; Atlanta United 0.
* Una partita in meno.

  •   
  •  
  •  
  •