MLS is Back Tournament: D.C. United si salva ancora con Federico Higuain, SKC vince al 91′, pari tra RSL e Minnesota

Pubblicato il autore: Albyreds Segui


Il DC United, dopo essere riuscito all’esordio a risalire in inferiorità numerica dallo 0-2 al 2-2 contro Toronto nei minuti finali, consegue, sempre in rimonta, un 1-1 contro il New England Revolution in un match valido per la seconda giornata del girone C dell’MLS is Back Tournament in corso di svolgimento all’ESPN Wide World of Sports Complex di Disney World. A guidare la franchigia di Washington al pareggio è anche in questa occasione il subentrante Federico Higuaín: l’ex centrocampista del Columbus Crew, come era già accaduto al debutto con la nuova maglia, va in rete quattro minuti dopo il suo ingresso in campo. Il risultato di parità consente ai Revs di agganciare in vetta al raggruppamento Toronto a 4 punti ed al DC United di salire a quota 2.
Il confronto vede il New England Revolution colpire al 13′ la parte superiore della traversa con un gran tiro da fuori area di Rowe. La compagine di Bruce Arena torna a farsi pericolosa al 41′ con un rasoterra da limite di Buksa deviato in angolo da Hamid. Il DC United si fa vedere in avvio di ripresa (49′): Segura, servito centralmente da Flores, costringe Turner ad una respinta con i pugni. Due minuti più tardi il New England passa in vantaggio con Adam Buksa pronto a centro area ad insaccare di testa un pallone impennatosi in seguito ad un intervento di Fisher su un tentativo di Penilla. Il DC United fatica a proporsi con efficacia in fase offensiva. A tenere in partita i rossoneri ci pensa Bill Hamid rendendosi protagonista al 61′ di un grande intervento su Penilla lanciato a rete da Buksa. Il New England sembra controllare senza particolari problemi il match ma al 72′ un retropassaggio corto di Delamea favorisce l’inserimento di Higuaín abile ad eludere Turner in uscita ed a realizzare. Nel finale (81′) Bou getta al vento l’opportunità di riportare avanti i suoi colori e conseguentemente garantirne la qualificazione agli ottavi di finale con un turno d’anticipo spedendo alto un pallone a centro area ottimamente servito di testa da Buksa.

Nel girone D, Real Salt Lake e Minnesota United, entrambe vincenti al debutto, proseguono a braccetto la loro corsa in testa al raggruppamento chiudendo a reti bianche il confronto diretto valido per la seconda giornata. Alle loro spalle si fa largo lo Sporting Kansas City vittorioso in extremis sui Colorado Rapids nel match che opponeva le due squadre battute all’esordio.
La sfida al vertice risulta nel primo tempo avara di spunti di cronaca. Il Real Salt Lake si rende pericoloso all’11’: una potente battuta di Martinez, servito al limite dell’area da Kreilach, sfila non distante dai pali difesi da Miller. Ad andare ancora più vicino al bersaglio, poco prima dell’intervallo, è Minnesota con un clamoroso palo colpito in piena area di rigore da Robin Lod su un invito di Alonso. In avvio di ripresa (50′) torna a farsi vedere in avanti il Real Salt Lake con una conclusione mancina da fuori area di Pablo Ruíz respinta da Miller. Sul ribaltamento di fronte Lod impegna severamente Zac MacMath al termine di un perentorio affondo per via centrale. Il 27enne centrocampista finlandese ci riprova senza fortuna di testa al 70′ sugli sviluppi di un calcio piazzato. Il complesso di Adrian Heath impensierisce MacMath anche all’86’ con un tentativo a spiovere di Chacón. L’ultima opportunità è per il Real Salt Lake: Johnson, imbeccato in verticale da Chang, conclude a lato a tu per tu con Miller.
Un gol di Graham Zusi al 91′ consente allo Sporting Kansas City di prevalere in rimonta per 3-2 sui Colorado Rapids ridotti in dieci dal 61′ per l’espulsione di Wilson ed in nove dal 74′ per il “rosso” inflitto a Price. La gara, giocata a viso aperto da entrambe le contendenti, riserva subito emozioni. I Colorado Rapids si portano in vantaggio al 6′ con un fendente mancino da fuori area di Kellyn Acosta. Lo Sporting Kansas City va vicino al pareggio al 15′ con un tentativo da distanza ravvicinata di Shelton respinto sulla linea di porta da Price. Al 61′ i Colorado Rapids restano in inferiorità numerica per l’espulsione di Danny Wilson per un fallo commesso su Shelton lanciato a rete. Il conseguente calcio piazzato di Pulido s’infrange sulla traversa. Lo Sporting Kansas City perviene al pareggio al 65′ con una battuta al volo mancina sotto misura di Khiry Shelton sugli sviluppi di un traversone dal fondo proposto da Kinda. La compagine di Peter Vermes passa a condurre al 72′: Alan Pulido trasforma un discutibile penalty concesso per un fallo di mano in area di Diego Rubio. Un minuto più tardi i Colorado Rapids si ritrovano in nove per un “rosso” diretto inflitto a Jack Price. Il complesso di Robin Fraser non si arrende ed all’84’ riesce ad agguantare il 2-2 con un preciso diagonale di Jonathan Lewis ben servito da Kamara. In piena fase di recupero (91′) lo Sporting Kansas City torna definitivamente avanti nel punteggio: Zusi, complice una deviazione di Sam Vines, va a segno con una conclusione dal limite dell’area.

Classifica Girone C: Toronto e New England Revolution 4; DC United 2; Montreal Impact 0.
Classifica Girone D: Real Salt Lake e Minnesota United 4; Sporting Kansas City 3; Colorado Rapids 0.

  •   
  •  
  •  
  •