MLS is Back Tournament: Sergio Santos trascina Philadelphia Union in semifinale

Pubblicato il autore: Albyreds Segui


Philadelphia Union è la prima squadra a qualificarsi per le semifinali dell’MLS is Back Tournament: la compagine di Jim Curtin s’impone per 3-1 sullo Sporting Kansas City. Alle reti realizzate nel breve volgere di un quarto d’ora da Jamiro Monteiro (24′) e Sergio Santos (26′ e 39′) i Wizards oppongono soltanto un centro di Alan Pulido in chiusura di prima frazione. A contendere all’Union l’accesso all’atto conclusivo del torneo sarà la vincente del confronto tra Portland Timbers e New York City FC.
La gara non riserva particolari emozioni sino al 24′, quando Philadelphia Union si porta in vantaggio a conclusione di una prolungata e ben congegnata azione d’attacco che nella parte finale vede Bedoja sorprendere la difesa avversaria con un improvviso inserimento su un invito in verticale di Sergio Santos ed un servizio preciso a centro area per l’agevole appoggio in rete di Jamiro Monteiro. Una disposizione tattica a dir poco spregiudicata in fase d’attacco della retroguardia di SKC, in occasione di un infelice tocco arretrato di Luís Martins, favorisce neanche tre minuti più tardi il raddoppio di Sergio Santos: il 25enne avanti brasiliano, al termine di un’irresistibile progressione per via centrale iniziata nella propria metà campo, supera Melia in uscita con un bel colpo sotto. La reazione dello Sporting Kansas City tarda ad arrivare. Philadelphia Union si porta al 39′ sul 3-0: Aaronson, servito sulla trequarti di destra da Bedoya, elude con un movimento l’intervento di Salloi e Zusi e serve sul versante opposto uno splendido pallone per l’accorrente Sergio Santos freddo nel trafiggere Melia con una conclusione di sinistro. SKC riesce prima dell’intervallo (46′) ad accorciare le distanze con un preciso colpo di testa ad incrociare di Alan Pulido su cross di Russell dalla destra. Il 29enne attaccante messicano dei Wizards va nuovamente vicino al bersaglio al 49′ colpendo un clamoroso palo su punizione ed al 57’ quando, sugli sviluppi di una splendida serpentina lungo la linea di fondo di Russell, si vede respingere il suo tentativo da distanza ravvicinata da Blake. La spinta del complesso di Peter Vermes perde d’incisività con il passare dei minuti consentendo al Philadelphia Union di raggiungere l’obiettivo senza correre ulteriori pericoli.

  •   
  •  
  •  
  •