Serie A, il rendimento delle big prima e dopo le porte chiuse: senza tifosi calano Juve e Lazio, bene solo l’Atalanta

Pubblicato il autore: Francesca.Capone. Segui

Cos’è il calcio senza i tifosi? E’ quello del post-CoVid19, con il lockdown della Serie A. Da un punto di vista statistico, cosa ha generato l’assenza delle tifoserie dagli stadi a livello di risultati sportivi? Abbiamo deciso di scoprirlo tramite un’attenta analisi delle gare disputate dalle squadre di Serie A, in particolare di Juventus, Inter, Atalanta, Lazio, Napoli, Roma e Milan, a porte aperte e a porte chiuse, al fine di capire quanto la presenza di una tifoseria influisce veramente sui risultati di una squadra, soprattutto per i match giocati in casa. I dati presi in analisi si riferiscono a prima dell’inizio della 35esima giornata di campionato.

Come vedremo nelle tabelle che seguono, è l’Atalanta la squadra che meglio ha reagito all’assenza dei propri tifosi sugli spalti, dimostrandosi infallibile al Gewiss Stadium e un osso duro in trasferta. Netti miglioramenti anche per Milan e Roma, almeno per quello che riguarda le sfide giocate a porte chiuse rispettivamente a San Siro e all’Olimpico. Sprofondano invece le percentuali di vittoria per la Lazio: dal 78% in casa e il 67% in trasferta con i tifosi al fianco, al 33% all’Olimpico e il 25% fuori casa da quando la Serie A è ripartita a porte chiuse.

Serie A a porte aperte: Juventus la migliore in casa, l’Inter squadra da trasferta

Nella seguente tabella, abbiamo riportato i dati relativi alle vittorie che le squadre hanno conseguito in casa e in trasferta nel periodo in cui si giocava ancora a porte aperte (P.A.). Da questi dati, abbiamo poi ricavato per le big una percentuale delle vittorie, sia per quelle in casa che per quelle fuori casa.

Squadre Vittorie in casa
P.A.
Vittorie in trasferta
P.A.
Juventus11 partite su 12
percentuale: 92%
8 partite su 13
percentuale: 62%
Inter7 partite su 12
percentuale: 58%
9 partite su 12
percentuale: 75%
Atalanta6 partite su 12
percentuale: 50%
8 partite su 14
percentuale: 57%
Lazio11 partite su 14
percentuale: 78%
8 partite su 12
percentuale: 67%
Milan4 partite su 12
percentuale: 33%
6 partite su 13
percentuale: 46%
Napoli5 partite su 13
percentuale: 38%
5 partite su 13
percentuale: 38%
Roma6 partite su 13
percentuale: 46%
7 partite su 13
percentuale: 54%
Leggi anche:  Olimpiadi pallavolo femminile, l'Italia convince ancora: 3-1 alla Turchia

L’analisi dimostra che tra le mura amiche, ad avere la percentuale di vittorie più alta è la Juventus con il 91%, seguita dalla Lazio con il 78%. L’Inter si aggiudica il gradino più basso del podio con una percentuale del 58%, mentre l’Atalanta di Gasperini ha vinto in casa metà delle partite disputate. Chiudono la classifica Roma, con il 46%, Napoli con il 38% e il Milan, con il rendimento più basso e una percentuale di vittorie in casa pari al 33%. Per quanto riguarda le partite vinte in trasferta, in testa questa volta appare l’Inter con il 75% di vittorie, seguita dai biancocelesti con il 67% e dalla Juventus, che raggiunge il 62%. Chiudono la classifica, nell’ordine: Atalanta, Roma, Milan e Napoli.

Serie A a porte chiuse: Atalanta da scudetto, Lazio a picco

Lo stesso tipo di studio è stato condotto esaminando i dati delle gare vinte, in casa e in trasferta, nel periodo dopo l’interruzione del campionato dovuta all’emergenza sanitaria, quindi con gli stadi vuoti e senza tifosi, indicato in tabella con la sigla “P.C.”, ovvero “porte chiuse”.

Leggi anche:  Il ritorno di Allegri alla Juventus: "Ronaldo un campione, la Champions un desiderio"
Squadre Vittorie in casa
P.C.
Vittorie in trasferta
P.C.
Juventus3 partite su 4
percentuale: 75%
2 partite su 4
percentuale: 50%
Inter3 partite su 5
percentuale: 60%
2 partite su 4
percentuale: 50%
Atalanta5 partite su 5
percentuale: 100%
2 partite su 3
percentuale: 67%
Lazio1 partita su 3
percentuale: 33%
1 partita su 4
percentuale: 25%
Napoli2 partite su 3
percentuale: 67%
2 partite su 4
percentuale: 50%
Milan3 partite su 4
percentuale: 75%
2 partite su 4
percentuale: 50%
Roma3 partite su 4
percentuale: 75%
1 partita su 3
percentuale: 33%

Dalla seguente tabella emerge il rendimento esemplare dell’Atalanta, che in casa raggiunge addirittura il 100% di vittorie. Si fermano al 75% Juventus, Milan e Roma, mentre il Napoli con il suo 67%, l’Inter con il 60% e la Lazio, con uno scarso 33% chiudono la classifica. Le vittorie in trasferta non hanno dei dati esaltanti: non si va oltre il 67% di vittorie dell’Atalanta. Per Juventus, Inter, Milan e Napoli si registra il 50% di partite vinte, mentre per la Roma e per la Lazio rispettivamente un 33% e un 25%.

Porte aperte VS porte chiuse: senza tifosi cala il rendimento di Juve e Lazio, migliora l’Atalanta

Arriviamo adesso all’obiettivo del nostro speciale: la presenza o l’assenza dei tifosi ha influenzato il rendimento delle squadre? Nella seguente tabella, abbiamo messo a confronto le percentuali di vittorie nel periodo di gioco a porte aperte (P.A.) con quelle del periodo di gioco a porte chiuse (P.C.).

Squadre % vittorie in casa
P.A.
% vittorie in casa
P.C.
% vittorie in trasferta
P.A.
% vittorie in trasferta
P.C.
Juventus 91% 75% 62% 50%
Inter 58% 60% 75% 50%
Atalanta 50% 100% 57% 67%
Lazio 78% 33% 67% 25%
Napoli 38% 67% 38% 50%
Milan 33% 75% 46% 50%
Roma 46% 75% 54% 33%
Leggi anche:  Russian Premier League: Nizhny Novgorod, buona la “prima” nella massima serie

Per quanto riguarda le vittorie in casa, registrano un calo nel passaggio dalle porte aperte alle porte chiuse la Juventus, passando dal 91% al 75% e la Lazio, con una brusca discesa dal 78% al 33%. Lazio e Juventus sono ugualmente le due squadre che subiscono un’ulteriore calo del rendimento per le partite giocate in trasferta nel passaggio da porte aperte a porte chiuse: infatti, se nel periodo in cui si giocava con la presenza della tifoseria i bianconeri e i biancocelesti avevano rispettivamente il 62% e il 67% di vittorie, con la chiusura degli stadi le percentuali si sono abbassate al 50% per la Juventus eal  25% per la Lazio. Alle prestazioni di queste due società, si aggiungono anche Inter e Roma. I nerazzurri, che nella fase di gioco a porte aperte avevano raggiunto una percentuale di vittorie fuori casa pari al 75%, nel periodo di gioco a porte chiuse la percentuale scende al 50%. Stesso discorso per i giallorossi di Fonseca, che passano dal 54% al 33% da quando i propri tifosi non hanno più avuto la possibilità di accompagnare la squadra in trasferta. Si nota, invece, un incremento delle percentuali di vittorie dell’Atalanta, sia per le partite giocate in casa che per quelle disputate in trasferta: il passaggio dalle porte aperte alle porte chiuse non ha condizionato negativamente i giocatori della Dea, anzi, sembra averli favoriti.

  •   
  •  
  •  
  •