STEMMI NEL CALCIO – ATALANTA, logo e cultura.

Pubblicato il autore: Vincenzo Agneta Segui

Nel nostro campionato principale gran parte delle squadre portano il nome del luogo di appartenenza.
Tuttavia ci sono delle eccezioni , tra cui INTER, JUVENTUS e ATALANTA. Per capire a pieno il logo dell’ATALANTA, bisogna partire dagli antipodi.

La squadra viene fondata a Bergamo nel 1907. In quel periodo vi erano 2 club, la Giovane Orobia e il Bergamo Football Club (o Bergamasca) . Dopo la scissione della Giovane Orobia, un gruppo di liceali decide di fondare L’Atalanta, che nasce inizialmente (1907) come una polisportiva in cui lo sport prediligente era la scherma e vede aprire le porte al calcio soltanto 6 anni dopo. E’ però nel 1920 che l’ ATALANTA e la BERGAMASCA decidono di associarsi, dando vita all’ ATALANTA BERGAMASCA CALCIO, che tutt’ora conosciamo.
Lo stemma raffigura l’eroina Atalanta. Si, perché il termine “Dea“è impropriamente usato, poiché si tratta della principessa figlia di Iaso, re dell’Arcadia. Atalanta è divenuta famosa per essere  la cacciatrice più forte della Grecia, cresciuta da un orso nei monti dell’

Leggi anche:  Amichevoli Roma 2021: tutti gli impegni precampionato dei giallorossi

Arcadia. E’ stata scelta perchè tra le sue caratteristiche risaltano forza e velocità (rappresentate tutt’oggi a pieno ). Tuttavia la sua figura nel logo è stata introdotta solo nel 1984  (dapprima interamente in cui immortalava un momento di corsa) e nel 1993 venne posto soltanto il volto, il quale è quello attualmente attivo.

  •   
  •  
  •  
  •