Inter finalista di Europa League, ecco la reazione di Sconcerti: “Per essere una grande squadra, l’Europa League non serve”

Pubblicato il autore: gaetanomasiello91 Segui


Mario Sconcerti esprime la sua opinione sulla stagione calcistica europea e sull’Inter unica italiana protagonista
. L’Inter ieri con il 5-0 rifilato allo Shakhtar Donetsk si è qualificata alla finale di Europa League dove il prossimo 21 agosto a Colonia affronterà il Siviglia. Il giornalista Mario Sconcerti intervistato da Calciomercato.com ha detto la sua sulla stagione 2019-2020 e in particolare sul cammino europeo che ha riservato diverse sorprese.


Mario Sconcerti, ecco il suo parere sull’Inter arrivata in finale di Europa League. “Rispetto a quando è iniziata la stagione, l’Inter è una squadra migliore. E’ un avversario da Champions e il Siviglia in finale è un avversario vero. Ma per essere una grande squadra, l’Europa League non serve. Ma nel frattempo l’Inter è molta cresciuta, è la Champions a dirti quanto vali”.

Mario Sconcerti fa le sue considerazioni anche sulle sorprese provenienti dalla Champions: “Quello che sta accadendo è sorprendente, non ci sono precedenti. Il Psg e anche il Lione sono in semifinale, dobbiamo porci questo problema, ci dobbiamo ragionare. Due sono le cose, o è cambiata la preparazione o l’atleta. Dobbiamo smetterla di giudicare i giocatori, ma dobbiamo giudicare gli allenatori. I nostri allenatori sono bravi ma arrivano a quarant’anni in Serie A ed è presto, servirebbe del tempo per poter crescere”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: