Milan femminile, buon esordio in Campionato. Ma che paura.

Pubblicato il autore: Rudy Galetti Segui


La serie A femminile è ufficialmente iniziata anche per il Milan, esordiente al Vismara contro le avversarie della Florentia. Partita sulla carta alla portata delle rossonere che nei primi minuti di gara comandano la manovra e trovano il vantaggio con uno splendido tocco di Miriam Longo, giocatrice spesso al centro di rumors di mercato durante questa estate. Alla fine è rimasta a Milano ed è proprio lei a portare in vantaggio le padrone di casa con un gol che, al termine della gara, risulterà fondamentale. Sì, perché dopo il vantaggio al minuto 15 il Milan, che avrebbe potuto segnare ancora un paio di gol nella prima parte di gara, esce lentamente dal campo, lasciando spazio alla manovra ospite. Anche nella ripresa non cambia lo spartito: mister Ganz getta nella mischia Tamborini e Mauri, al posto di una Jane non in completa forma e di una Grimshaw che deve ancora integrarsi al meglio, ma è sempre la Florentia a tenere in mano il pallino del gioco. L’incontro terminerà 1-0, ma le ambizioni di alta classifica per una squadra come il Milan devono necessariamente passare da prestazioni migliori.

Milan – Florentia 1-0, le dichiarazioni di Ganz

Al termine dell’incontro, l’allenatore del Milan femminile Maurizio Ganz ha commentato la vittoria contro la Florentia: “Si sa che la prima partita del campionato è sempre la più difficile. Si è visto un gioco abbastanza lento, delle imprecisioni, degli stop sbagliati, tante conclusioni, davanti al portiere, sbagliate. Dobbiamo essere capaci di giocare meglio e giocare assieme, perché mi sembrava che ognuno giocasse peri fatti propri. Quindi ancora tante cose da migliorare. Teniamoci questi tre punti, che vanno bene. La prestazione di oggi è stata sottotono in tanti aspetti. Mi dispiace per Miriam Longo, che si è fatta male, ma fino a quel momento stava disputando una grandissima gara. In settimana duro lavoro, cercando di cambiare qualcosa, cercare di giocare assieme e cercare di chiudere la partita quando va chiusa, senza aspettare di sbagliare 7-8 gol, anche se oggi loro non ci hanno mai tirato in porta. Teniamoci stretti questi tre punti”.
Domenica prossima il Milan sfiderà San Marino, travolto 10-0 all’esordio in serie A dall’Empoli. Per le rossonere sarà fondamentale non solo vincere ma farlo con qualche gol di scarto, visto che lo scorso anno il Milan è rimasto fuori dalla Champions League proprio a causa di una differenza reti deficitaria nei confronti della Fiorentina.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: