Tuffi campionati italiani: il duo Pellacani-Bertocchi trionfa nel sincro da 3 metri

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui


La Tre Giorni Tricolore” 5-7 agosto

Si è conclusa ieri la “Tre Giorni Tricolore” di Bolzano, che assegnava gli ultimi titoli in palio nella splendida cornice della piscina Karl Dibiasi, papà del celebre Klaus.
Tra le vittorie spicca quella netta e assoluta della coppia Pellacani-Bertocchi, 
le quali nel sincro da 3 metri hanno dato prova di un ottima gara con tuffi regolari e quasi perfetti, che gli hanno consentito di staccare nettamente, con il punteggio di 277.92,  le avversarie Calissoni e Kiki Magnolini arrivate seconde con 225.18.

Troppo forti le campionesse europee per essere impensierite dalle più giovani avversarie, a cui va il merito di averci provato e che sicuramente da questa esperienza ne usciranno maturate  e sicure dei propri mezzi per le manifestazioni future.

“La gara maschile”

Nella gara maschile Marsaglia e Tocci con 379.11 punti, grazie a degli ottimi tuffi, staccano e tengono a bada i loro più diretti e giovanissimi avversari Larsen e Francesco Porco,  giunti secondi con 345.42 punti; chiude il podio il duo Auber-Timbretti Gugiu con 297.12 punti.

Nella piattaforma sincro  è festa in casa Verzotto,  dove i fratelli Maicol e Julian vincono con 338.52 punti davanti a Eduard Timbretti Gugiu con 330.45 punti.

“Piattaforma sincro femminile”

Nella piattaforma sincro femminile vincono Biginelli ed Elettra Neroni con 239.16 punti.

Altra vittoria per la campionessa Chiara Pellacani, che conferma il suo ottimo stato di forma nonostante il lungo stop del covid, e si porta a casa anche la vittoria nel sincro misto dai 3 metri, dove insieme a Matteo Santoro (entrambi della societa’ Mr Sport F.lli Marconi) staccano con 235.65 punti Propersi e Mignolini giunte  lontanissime a quota 165.54.

Terza la coppia formata da Timbretti Gugiu e Matilde Borello ferma a 145.50 punti.

Per quanto riguarda la piattaforma sincro mista, Larsen e la Tiberti per un soffio la spuntano con 239.58 punti sulla coppia Biginelli-Giovannini, seconda con 238.08 punti, e questa risulta essere la gara più combattuta di ieri, dove per 1.50 punti ci si è giocati l’oro.

“Gare del  6 agosto”
Ancora una volta si ripete il duello Bertocchi-Pellacani, dove a spuntarla nel trampolino da 1 metro è stata la prima, autrice di una gara impeccabile (ad eccezione dell’ultimo tuffo) con 260.30 punti, a differenza di Chiara,  che partendo in sordina, ha dovuto recuperare posizioni su posizioni fino alla fine e per un niente, si aggiudica la medaglia d’argento con 248.95 punti davanti alla brava Sara Borghi, terza in 247.90.

Nel trampolino da 3 metri maschile la vittoria di Tocci con 433.50 punti non è mai stata in discussione, tanto è vero che Andreas Sergent Larsen ha vinto la medaglia d’argento con 389.65 punti.

Terzi ex-equo Marsaglia e Rinaldi con 375.75 punti.

Nella piattaforma femminile grande sorpresa per la vittoria della Di Maria con 273.20 punti, davanti alla bravissima Biginelli, che con l’ultimo tuffo impeccabile stacca con 255.55 punti l’immortale Noemi Batki (un po’ sottotono), terza con 242.85 punti. Un terzo posto per Noemi non è mai da buttare,  perché  essere ancora competitiva alla sua età vale già oro, e certamente si rifarà subito nelle prossime competizioni.

“Gare del  5 agosto”

Nella prima giornata il primo titolo se lo è aggiudicato Domenico Tocci con 347.40 punti nel trampolino da 1 metro, davanti a Rinaldi con 343.10 e a Lorenzo Marsaglia terzo con 342.25.
Gli scarti minimi tra gli atleti dimostrano la qualità  di questa gara,  dove con merito ha vinto si Tocci, ma i suoi avversari sono stati all’altezza della situazione fino alla fine.

Nel trampolino dai 3 metri femminile, inizio con il botto per la Pellacani, che vince nettamente sulla Bertocchi e addirittura supera quota 300 aggiudicandosi il primo posto con 303.60 punti, distanziando di quasi 60 lunghezze la sua collega rimasta a 244.65 punti.

Terza Laura Bilotta con 195.00 punti.

Nella piattaforma maschile il giovane Larsen della CC Aniene vince con 366.35 punti sul veterano Maicol Verzotto fermatosi a 338.90 punti, davanti all’altro enfant-prodige Giovannini, terzo con 300.05 punti.

Facendo un riassunto di tutta la manifestazione, possiamo affermare che vi hanno partecipato 50 atleti, di cui 21 donne, e 29 uomini.
A farla da padrone è stata Chiara Pellacani che porta a Roma alla sua società (Mr Sport Flli Marconi) 3 ori e 1 argento, e coach Rinaldi sarà certamente contento e soddisfatto.

Segue Giovanni Tocci dell’Esercito-Cosenza nuoto con 3 ori, Andreas Sargent Larsen del CC Aniene con 2 ori e 2 argenti, ed infine chiude Elena Bertocchi dell’Esercito-Canottieri Milano con 2 ori e 1 argento.

La classifica a squadre premia il Circolo Canottieri Aniene con 207 punti, davanti alle Fiamme Oro con 168 punti, e alla Mr Sport dei fratelli Marconi.

  •   
  •  
  •  
  •