Ziliani: “Conte? L’Inter lo licenzi per giusta causa. Lippi fu cacciato per molto meno”

Pubblicato il autore: gaetanomasiello91 Segui


Ziliani attacca nuovamente Conte
. Sono passati appena due giorni dalla sconfitta dell’Inter di Antonio Conte nella finale di Europa League contro il Siviglia per 3-2 nel match giocato a Colonia e non si sono ancora placate le polemiche intorno alla figura di Antonio Conte. Infatti il tecnico salentino, che martedì deciderà il suo futuro nel vertice fissato con la dirigenza nerazzurra, nel post-partita della finale di Europa League ha aperto all’addio come era già successo nel post-partita di Bergamo nell’ultima giornata di Serie A. Il giornalista Paolo Ziliani non ha perso l’occasione per attaccare nuovamente Conte e lo ha fatto attraverso il suo profilo Twitter.

Ziliani consiglia l’esonero di Conte alla dirigenza nerazzurra facendo un paragone con il passato. “Quando l’1 ottobre 2000, dopo Reggina-Inter 2-1, Lippi disse che i giocatori dovevano essere presi a calci in culo, Moratti lo licenziò per giusta causa. Le parole di Conte, più gravi ancora per la destabilizzazione creata, meritano un licenziamento in tronco con richiesta danni”.

Ziliani, ecco il suo tweet poco dopo la finale di Europa League:“Fuori dalla Champions nel girone dopo aver perso punti con lo Slavia e con un Dortmund ancora senza Haaland e battibilissimo: come ai tempi Juve col Galatasaray. Poi va in finale di E. League e la gioca come se fosse Inter-Sassuolo. Col Sassuolo meno forte che vince con merito”.

  •   
  •  
  •  
  •