Chinese Super League girone A: il Guanghzou Evergrande ipoteca il primo posto

Pubblicato il autore: Albyreds Segui


Nell’undicesima giornata del girone A della Chinese Super League la capolista Guanghzou Evergrande si prende la rivincita sullo Shandong Luneng, l’unica squadra sin qui in grado di superarla, aggiudicandosi per 2-1 il match di ritorno disputato al Dalian Sports Center Stadium. Alle realizzazioni di Paulinho (41′) ed Elkeson (70′) il complesso di Jinan oppone soltanto un centro nel finale di Wu Xinghan (86′). La quarta affermazione consecutiva consente alla compagine di Fabio Cannavaro di salire a quota 28 e portare conseguentemente a nove le lunghezze di vantaggio sullo Jiangsu Suning. Alle “Tigri della Cina meridionale” basterà conquistare un punto nelle restanti tre gare di regular season per assicurarsi la matematica certezza del primo posto nel raggruppamento. Per lo Shandong Luneng, fermo a quota 17, si tratta del terzo ko nelle ultime quattro gare.

Il Guanghzou Evergrande avrebbe già al 4’ la possibilità di portarsi in vantaggio: Elkeson, lanciato a rete dalle retrovie, approfitta solo parzialmente di un errore di valutazione di Kadar concludendo malamente sul fondo da favorevole posizione. Lo Shandong Luneng si ritrova al 18′ a dover fare a meno di Fellaini. Sul versante opposto una conclusione dalla distanza di He Chao sfila non distante dai pali difesi da Wang Dalei (33′). Il Guanghzou Evergrande si porta avanti sul finire della prima frazione (41′) con un preciso fendente dal limite di Paulinho. In avvio di ripresa (54′) lo Shandong Luneng rischia nuovamente di capitolare quando Yang Liyu non riesce a concretizzare una ghiotta occasione. Il Guangzhou Evergrande insiste. Elkeson, dopo essersi visto al 66′ annullare per fuorigioco una rete maturata al termine di una splendida azione corale, sigla al 70′ il raddoppio su punizione. Lo Shandong Luneng riduce le distanze all’86’ con Wu Xinghan pronto a ribadire in rete una conclusione dalla distanza di Guedes sfuggita a Liu Dianzuo. Il Guanghzhou non si scompone. Elkeson all’89’ va vicinissimo al 3-0 incornando sulla traversa un cross dalla destra di Zhang Linpeng. Nei minuti di recupero le due compagini restano in dieci per le espulsioni di Aloisio (95′) e Lin Dai (96′).

Nell’altro confronto dell’undicesimo turno Jiangsu Suning e Guanghzou R&F danno vita ad un pirotecnico 3-3. Un risultato che lascia una comprensibile amarezza alla compagine di Nanchino avanti di due reti sino a pochi minuti dal termine. Il Jiangsu Suning, secondo a quota 19 ed in serie positiva da cinque gare, vede salire a nove le lunghezze di ritardo dalla capolista Guangzhou Evergrande ma porta quantomeno a due quelle di vantaggio sullo Shandong Luneng terza forza del torneo. Secondo risultato utile per il Guanghzou R&F quinto in compagnia dello Shenzhen con 11 punti all’attivo.
L’avvio di gara vede il Guanghzou R&F proporsi con incisività in avanti. Al 2′ Renatinho, sugli sviluppi di una conclusione al volo di Zeng Chao respinta da Gu Chao, si vede deviare in angolo un suo tentativo da buona posizione. Il direttore di gara, dopo essere ricorso al VAR, intravede nel tocco con il braccio di Yang Boyu, appostato sulla traiettoria, gli estremi per la concessione di un calcio di rigore che Saba provvede a trasformare. Lo Jiangsu Suning, dopo aver esercitato una constante supremazia a livello territoriale, si porta in parità al 26′: cross di Eder dalla destra, sponda aerea di Teixeira per la precisa girata in rete di sinistro di Santini dal limite dell’area.

La compagine di Olaroiu passa a condurre al 48′ con Teixeira pronto a scattare con perfetta scelta di tempo su un invito di Eder ed abile ad insaccare dopo aver eluso Han Jaqi in uscita. Il Jiangsu Suning insiste. Eder al 56′ firma il 3-1 andando a segno su punizione con la complicità del portiere. Il Guanghzou R&F torna a farsi pericoloso poco dopo lo scoccare dell’ora di gioco: Gu Chao si oppone con bravura ai tentativi da distanza ravvicinata di Song Wenjie (62′) e Saba (64′). I minuti finali si rivelano un incubo per lo Jiangsu Suning. Il complesso di Giovanni Van Bronckhorst accorcia le distanze all’89’ grazie ad una deviazione nella propria porta di Ji Xiang su un tiro-cross senza pretese di Song Weinjie ed in piena fase di recupero (92′) perviene al 3-3 con una battuta al volo di Chang Feiya su un traversone proposto dalla destra da Tang Miao.

Classifica Chinese Super League girone A

Guangzhou Evergrande 28; Jiangsu Suning 19; Shandong Luneng 17; Shanghai Shenhua 13; Shenzhen e Guangzhou R&F 11; Dalian Pro 10; Henan Jianye 6.

  •   
  •  
  •  
  •