Chirico: “La cittadinanza italiana di Suarez solleverà polemiche contro la Juventus”

Pubblicato il autore: Rudy Galetti Segui


Il caso Suarez Juventus continua a tenere banco. Il giocatore uruguaiano, in uscita dal Barcellona, vuole arrivare in bianconero ma l’ostacolo principale è il passaporto. I 2 posti riservati agli extracomunitari nella Juventus sono già occupati da Arthur e McKennie e l’unico modo per portare a Torino il Pistolero è legato al tanto discusso ottenimento del passaporto comunitario. Anche Marcello Chirico, direttore de IlBianconero, è intervenuto sulla questione Suarez Juventus, facendo una previsione: “In genere, per completare un analogo iter burocratico, un normale extracomunitario impiega mediamente tra gli 8 mesi e un anno. Trattandosi, in questo caso, di una pratica urgente è molto probabile che i tempi si ridurranno drasticamente. Un favoritismo che la Juventus sconterà poi a suon di polemiche, c’è da scommetterci“.

Suarez Juventus: a Torino si preparano le controffensive

La trattativa Suarez Juventus è ancora in corso, ma secondo Chirico a Torino dovrebbero già preparare le contromosse difensive per rigettare al mittente ogni accusa di favoritismo legata ai tempi di ottenimento del passaporto dell’uruguaiano: “Alla Continassa si preparino fin d’ora a dover giustificare il perché e il per come saranno riusciti ad ottenere un passaporto-speedy per un loro neo tesserato“. E poi, ricordando un episodio negli anni Novanta che si risolse con una piccola multa, conclude: “Quando ci fu chi pagò per davvero qualcuno alla Motorizzazione di Latina per ricevere falsi documenti e con quelli ottenere poi un falso passaporto per un proprio calciatore tutto finì con una prescrizione che sotterrò tutto.”

  •   
  •  
  •  
  •