Chirico: “Suarez? Polemiche sulla Juventus scandalose, la vogliono di nuovo in Serie B. Asciugatevi la bava”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Suarez, Chirico risponde alle accuse nei confronti della Juventus. È un fiume in piena il noto giornalista di fede bianconera che non ha gradito l’attacco mediatico nei confronti del club in merito alla questione dell’esame di italiano truccato del calciatore uruguaiano presso l’università di Perugia. In particolare, Marcello Chirico si sfoga così sul sito ilbianconero.com La Juventus si è tirata fuori in tempo, prima che scoppiasse il caso degli esami truffa scoperti dalla Guardia di Finanza, che indaga su quell’Università per Stranieri da febbraio scorso, però il bubbone è scoppiato solo dopo che è transitato da quelle parti un giocatore al quale era interessata la Juventus. Una tempestività chirurgica. A prenotare a Suarez quell’esame a Perugia era stata proprio la Juve, lo sapevano tutti, però pressioni per farglielo passare non ne avrebbe fatte, stando a quanto ha dichiarato il colonnello Sarri (guarda la fatalità) della GDF: “è stata iniziativa di chi lavora in quell’Università” ha specificato. Ma ha pure aggiunto sibillino: “La Juve non è indagata, attualmente, vediamo cosa emergerà”. Gatta ci cova. Vediamo. Quattordici anni dopo Calciopoli siamo comunque ancora lì, con la speranza nel cassetto di rispedire pure stavolta in B la Juventus. Per un giocatore mai acquistato e che non giocherà neanche un minuto con la maglia bianconera, e come tale non esistono i presupposti di reato neppure per il codice di giustizia sportiva. In Italia un altro uruguagio giocò – lui si, con passaporto falso – oltre 200 partite in Serie A e se la cavò con 4 mesi di sospensione, mentre il suo club con un multone di 2 miliardi di vecchie lire. In questo caso, Suarez non rischia nulla – parola di Sarri, il colonnello – la Juventus forse solo una tirata d’orecchie. Asciugatevi la bava”.

  •   
  •  
  •  
  •