Nations League, pagelle Italia-Bosnia 1-1: Sensi bello d’estate, Barella inarrestabile

Pubblicato il autore: Giuseppe Colicchia Segui

Esordio parzialmente negativo per la Nazionale guidata da Roberto Mancini alle Nations League: gli azzurri vengono fermati in un pareggio dalla Bosnia di Dzeko. Dopo ben 11 vittorie consecutive si ferma la striscia finora inarrestabile degli azzurri. La squadra di Mancini non è riuscita a portare a casa i tre punti per una serie di coincidenze sfortunate e per un leggero calo fisico nella seconda frazione di gioco. La Bosnia si è confermata un avversario ostico ed una squadra matura. L’Italia ha tenuto il pallino del gioco per gran parte della partita ma gli avversari hanno saputo chiudere bene gli spazi rendendo poco pericoloso l’attacco azzurro. La partita termina col risultato di 1 a 1 con le reti di Dzeko e Sensi. Di seguito le pagelle degli azzurri.

Pagelle Italia-Bosnia: i TOP

Donnarumma 6, Incolpevole
Il portiere azzurro salva la porta della propria squadra in diverse occasioni che avrebbero potuto compromettere ulteriormente la partita. Uscita poco sicura sul palo colpito dalla Bosnia, ma il legno lo salva. Incolpevole sul gol subito, frutto di una disattenzione difensiva su per gli avversari.

Biraghi 6, Propositivo ma impreciso
Il terzino è il migliore del reparto difensivo. Non commette danni in fase difensiva e fornisce un discreto apporto alla fase offensiva. Tuttavia è impreciso in alcuni passaggi e controlli di palla che sarebbero potuti essere importanti, scatenando la rabbia di mister Mancini.

Sensi 7.5, Bello d’estate
Suo il gol del pareggio, seppur con una deviazione. La sua è una prestazione di alto livello in una posizione insolita, quella da regista. Il centrocampista torna a giocare e lo fa con la maglia della Nazionale, dopo un’annata molto sfortunata in nerazzurro in termini di infortuni. L’inizio della scorsa stagione era stato con il botto per il centrocampista ex Sassuolo. Ad un anno di distanza, si comincia a rivedere quel centrocampista che aveva incantato agli esordi da interisti. L’estate sembra essere la sua stagione.

Barella 7, Turbo motore
L’altro centrocampista interista è senza dubbio tra i migliori in campo. Per il calciatore sardo una prestazione di quantità e qualità, nella quale ha dimostrato anche una buona dose di personalità al centro del campo. Un motore che non si spegne mai, inarrestabile.

Insigne 6.5, L’unica luce in fondo al tunnel
Il fantasista è il migliore tra tutti quelli del reparto offensivo. Le sue invenzioni sulla trequarti non vengono colte dai compagni di reparto, complice una impeccabile organizzazione difensiva avversaria.

Pagelle Italia-Bosnia: i FLOP

Bonucci 5.5, Frenetico
Il difensore juventino fornisce una prestazione mediocre che col passare dei minuti tende sempre più a peggiorare. Quando l’Italia provava l’arrembaggio nei minuti finali alla ricerca del gol del vantaggio, lui si intestardisce in passaggi azzardati e tiri dalla distanza.

Acerbi 5.5, Sfortunato
La sua sarebbe una prestazione sopra la sufficienza, se non fosse tra i colpevoli nel gol subito. Si perde Dzeko sugli sviluppi di quell’angolo e arriva il gol degli avversari. Nel complesso la sua resta una prestazione di livello, con ottimi cambi di gioco ed un duello costante con l’attaccante della Roma.

Florenzi 5, Timido
Sulla sua corsia si spinge pochissimo. Dal suo lato nasce anche l’azione che porta al palo colpito dalla Bosnia.

Pellegrini 5, Luce fulminata
Tra i centrocampisti era quello con il compito di illuminare il gioco in favore degli attaccanti, in realtà è il peggiore del reparto.

Chiesa 5, Inefficace
Anche lui in avanti delude. Compone insieme a Belotti l’attacco con le punte arrotondate. Non incide e sulla corsia destra, tra lui e Florenzi, arrivano pochissimi pericoli.

Belotti 4,5, Annullato
Il centravanti scelto da Mancini per questa partita è il peggiore in campo degli azzurri. Nessuna conclusione verso la porta, un discreto impegno in termini di corsa e sacrificio. Non riesce a sfruttare le invenzioni di Insigne e company e viene annullato dalla difesa avversaria.

I subentrati:

Zaniolo 6
Immobile 5.5
Kean s.v.

  •   
  •  
  •  
  •