Premier Conte su riapertura stadi: “Scelta inopportuna”

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui


Il premier Conte sulla riapertura degli stadi: “Scelta inopportuna”. Il presidente del Consiglio sembra intenzionato a far slittare la riapertura degli stadi italiani, al momento solo fino a fine anno.

Premier Conte: “Assembramenti inevitabili. Fiducioso per l’autunno”

La Serie A è vicina alla ripartenza, fissata per il 19 settembre: ma, come accaduto per la parte finale della scorsa stagione sportiva, molto probabilmente non saranno presenti i tifosi sugli spalti. Questa la scelta del premier Conte, intervenuto durante la festa de ‘Il Fatto Quotidiano’.

L’aumento, sppur contenuto, dei casi di contagio da Coronavirus sembra far propendere le istituzioni governative verso un rinvio della riapertura degli stadi: decisione ancora non ufficiale ma resa ufficiosa dalle ultima dichiarazioni rilasciate dal Presidente del Consiglio, il Premier Conte. La soluzione più plausibile è dunque la riapertura con aumento della distanza tra un posto a sedere e l’altro, in attesa del completo ritorno alla normalità, di cui al momento bisogna solo dimenticarsi.

Il Premier Conte è intervenuto alla festa del Fatto Quotidiano e ha avuto modo di fare luce su un argomento pronto a divenire d’attualità nelle prossimi giorni, con l’avvicinamento al calcio d’inizio del nuovo campionato di calcio. Queste le sue dichiarazioni: “Nello stadio l’assembramento è inevitabile, dentro, come entrando e in uscita: l’apertura la trovo inopportuna“.

Dal premier Conte anche una apertura ad una rivisitazione del provvedimento nei mesi autunnali, quando la gente potrebbe finalmente tornare a tifare per la propria squadra dal vivo: “Per l’autunno sono molto fiducioso: penso a misure circostanziate“.

  •   
  •  
  •  
  •