PSG difende Neymar: Non c’è posto per il razzismo

Pubblicato il autore: Bryan Rojas Segui

neymar
Non sembra aver fine la lite tra Neymar e Alvaro Gonzalez. E ora entra nel merito anche il club parigino, che dà il proprio sostegno al suo fuoriclasse tramite un comunicato sul sito ufficiale. Ma cosa è successo tra i due calciatori? Torniamo indietro di qualche ora, più precisamente alla partita della prima giornata di Ligue 1 tra Psg e Marsiglia giocata ieri sera.

Il racconto della partita, che poi si è trasformata in rissa

Doveva essere una festa, la fine di un’attesa infinita per un paese che non vedeva l’ora di rivedere in campo i propri campioni. Invece, alla fine è si è rivelato più un incontro di boxe che un partita di calcio. Ottimo PSG nella prima fase della partita, ma è il Marsiglia che fa il sorpasso con Thauvin al 31′. Partita molto nervosa che pian piano si accende sempre di più e a testimoniarlo saranno i 14 cartellini gialli e ben 4 espulsioni (tra cui anche il brasiliano). La squadra di Tuchel le prova tutte, ma il risultato non cambia e il Marsiglia sbanca il Parco dei Principi. Ma è a fine partita dove accade il fattaccio. Rissa tra i componenti delle due squadre, con protagonisti appunto il brasiliano del PSG e lo spagnolo difensore del Marsiglia.

Accuse di Neymar

Con il suo account twitter, Neymar lancia pesanti accuse di razzismo verso il suo collega Alvaro Gonzalez:
“Facile per il Var cogliere la mia “aggressività”. Ora voglio vedere l’immagine del razzista che mi ha chiamato: ‘Scimmia figlio di pu****a’. Questo voglio vedere. Che succede? Ora mi punite. Io vengo espulso e loro?”

Il comunicato del PSG

A sostegno della tesi di Neymar, arriva anche il suo club che con un comunicato allontana il razzismo dal calcio e da ogni attività.
“Il Paris Saint-Germain sostiene fermamente Neymar che ha riferito di essere stato vittima di insulti razzisti da un giocatore avversario. Il club ricorda che non c’è posto per il razzismo nella società, nel calcio e nelle nostre vite e richiama tutti a prendere le distanze dalle manifestazioni dello stesso in tutto il mondo. Da più di 15 anni, il club è impegnato con forza nella lotta a tutte le forme di discriminazione. Il PSG conta sulla Commissione di Disciplina della LFP per indagare e fare chiarezza su questi fatti. Il club resta a disposizione per collaborare allo svolgimento delle indagini”


Il PSG si schiera dunque in difesa del suo bomber, da chiarire ancora se la federazione francese accoglierà l’invito della squadra parigina a iniziare le indagini ai danni di Gonzalez.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,