Barcellona, Semedo ai saluti. Arrivano i baby Dest e Garcia

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui

Ora c’è l’ufficialità. Semedo lascia il Barcelona per attraversare la manica e firmare con i lupi del Wolverhampton. Il passaggio è a titolo definitivo e prevede una contropartita economica di 30 milioni fissi più 10 in variabili. E’ questo il primo passo per la sistemazione dell’intero reparto difensivo del Barça.
Come avevamo annunciato nei giorni scorsi, il piano era esattamente questo. Semedo sarebbe stata la prima mossa per sistemare tutte le caselle della difesa blaugrana. Con il mercato bloccato per la mancanza di liquidità, il primo passo doveva essere in uscita. E come avevamo anticipato, sarebbe stata l’uscita del portoghese a completare il puzzle. Semedo lascia il Barça dopo tre anni vissuti con l’amaro in bocca. Tre anni di rimpianti dal sapore insoddisfacente di qualcosa che poteva ma che non è stato. Tante le aspettative sul ragazzo che non sono state mantenute. Sempre sul filo della sufficienza, ma mai di più nelle giornate buone. Prestazioni da rosso profondo nelle giornate negative. Semedo non ha mai svoltato in blaugrana e non è cresciuto come ci si attendeva. Va via esattamente con il bagaglio tecnico e di crescita di come è arrivato.

Adesso il club azulgrana ha la chance di sistemare il reparto difensivo. Sostituire il portoghese e aggiungere un altro centrale per formare due coppie di difensori di buona affidabilità. I nomi li avevamo anticipati la scorsa settimana. Dest per il ruolo di laterale; Eric Garcia per il centrale. Il primo è stato praticamente bloccato con l’accordo chiuso con l’Ajax. Il secondo è via di definizione. Sergino Dest, laterale destro che all’occorrenza può agire anche da sinistro a pierna cambiada (il ragazzo è un destro puro), sarà ufficializzato nelle prossime ore. Il costo sarà di 20 milioni fissi più 5 in variabili. Rimangono da definire le modalità di pagamento. Sembra che sarà realizzato in due/tre tranche. Il Barcelona ha battuto il Bayern Monaco nella trattativa, anch’esso interessato nell’avvalersi dei servizi del 19enne olandese che difende i colori della nazionale Usa in quanto avente doppia cittadinanza.
Il ricavato dalla cessione di Semedo servirà anche per aggredire e definire la cessione di Eric Garcia, altro 19enne di proprietà del Manchester City, ma formatosi alla Masia che adesso farà il percorso inverso. Dalla terra dei tre leoni a quella della estelada (o della senyera per essere politicamente corretti). Ricordiamo che il catalano del City ha il contratto in scadenza nel 2021 e si è opposto ad ogni tentativo di rinnovo da parte dei citizens. Dunque o arriva quest’anno per una cifra vicina ai 18 milioni, o la prossima stagione lascerà Manchester a zero.

La situazione invita perciò entrambe le società a arrivare a una definizione in questa stagione per evitare che da una parte possa saltare il trasferimento per l’inserimento di una altra squadra che possa mutare l’orientamento del giocatore, e dall’altra di perdere il giocatore senza corrispettivo. A conferma del fatto che il trasferimento è veramente vicino suona anche l’esclusione di Garcia dalla partita che il City ha disputato in campionato contro il Wolverhampton due giorni fa. Con questi due arrivi il Barça sistemerebbe la difesa in un colpo solo e ringiovanirebbe ulteriormente la rosa, lanciando un progetto futuro di ampio respiro che avrebbe una visione pluridecennale.

  •   
  •  
  •  
  •