Chinese Super League – Lo Jiangsu Suning raggiunge in semifinale lo Shanghai SIPG: Santini manda ko il Chongqing Lifan

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


Lo Jiangsu Suning completa il quadro delle semifinaliste dei playoff della Chinese Super League prevalendo per 1-0 sul Chongqing Lifan nella sfida di ritorno dei quarti di finale disputata al Suzhou Olimpic Sports Centre dopo aver chiuso sull’1-1 quella d’andata. Una rete di Ivan Santini nelle prime battute di gioco (8′) si rivela sufficiente alla compagine di Nanchino per avere ragione di un’avversaria mai veramente pericolosa anche prima di essersi ritrovata in inferiorità numerica per l’espulsione di Jiang Zhe avvenuta al 56′. A contendere a Wu Xi e compagni l’ingresso in finale sarà lo Shanghai SIPG.

Positivo avvio di gara per lo Jiangsu Suning. Il complesso di Cosmin Olaroiu, privo per squalifica di Alex Teixeira, passa in vantaggio all’8 con Ivan Santini: l’ex avanti croato dell’Anderlecht, dopo aver abilmente controllato con il petto un traversone dalla sinistra di Eder, va a segno con una potente battuta mancina da pochi passi. Il Chongqing Lifan subisce l’iniziativa degli avversari nuovamente vicini alla rete al 12′ con una conclusione a botta sicura di Eder deviata in angolo da Jiang Zhe e al 18′ con un fendente da fuori area di Wu Xi respinto con bravura da Deng Xiafei. Nel prosieguo della prima frazione la compagine di Nanchino si limita a controllare i tentativi offensivi privi d’incisività dei rivali. Nelle battute iniziali della ripresa si mette in particolare evidenza Yang Shuai: il 23enne difensore centrale del Chongqing Lifan evita al 49′ il 2-0 deviando in scivolata in corner una battuta da distanza ravvicinata di Xie Pengfei e tre minuti più tardi si vede sul versante opposto annullare una rete in acrobazia per un evidente fuorigioco (52′). Le speranze di recupero della compagine di Chang Woe-Ryong subiscono al 56′ un duro colpo: Jiang Zhe lascia la sua squadra in dieci rimediando un cartellino rosso per una manata rifilata a Santini a pallone lontano. Lo Jiangsu Suning è padrone della situazione. A metà ripresa il direttore di gara non convalida il possibile 2-0 di Santini per un offside. Per la stessa ragione viene al 77’ annullata una rete a Eder. L’epilogo non riserva sorprese: la squadra di Olaroiu controlla con sicurezza il gioco sino al triplice fischio finale.

Leggi anche:  Qualificazioni Euro 2021 femminile: oggi le Azzurre sono impegnate in Danimarca

Nei playout il Guangzhou R&F si assicura la permanenza nella Chinese Super League superando per 2-1 il Qingdao Huanghai nel match di ritorno dei quarti di finale disputato al Dalian Youth Training Base Main Stadium dopo aver pareggiato a reti inviolate quello d’andata. Al micidiale uno-due dei Leoni blu firmato, nel breve volgere di sette minuti, dal trequartista polacco Adrian Mierzejewski (71′) e dell’avanti olandese Richairo Zivkovic (78′) la compagine di Wu Jingui oppone soltanto una realizzazione nel finale dell’ex difensore serbo del Verona Jagos Vukovic (89′). Il Guangzhou R&F proseguirà la sua avventura nella post season prendendo parte ai barrage per il nono-dodicesimo posto mentre il Qingdao Huanghai cercherà la salvezza in quelli per il tredicesimo-sedicesimo posto.

  •   
  •  
  •  
  •