Guardiola getta acqua sul fuoco sulle parole di Font. Sto bene al City

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui

Victor Font, pre candidato alla presidenza del Barça, ha parlato a tutto campo della sua prossima squadra, del suo progetto e di nomi che dovrebbero costituirlo. E’ stato chiaro nel suo progetto ganador: “Vogliamo vincere la prossima Champions League con Messi e Guardiola”. Dichiarazioni non di poco conto. Se Font voleva disparare le carte, creando una serie di onde che allontanassero dal suo progetto, dalla sua idea e dalla sua candidatura tutti gli altri pretendenti al Soglio… presidenziale del Barcelona, certamente è riuscito nell’intento. Parole forti, grosse, di grande impatto e significato per la masa social del Barça da troppo tempo ormai costretta a masticare amaro, a vedere le vittorie dei blancos in Europa e a deglutire bocconi amari a ripetizione come quelli di Roma, Anfield e Lisbona. Stanno iniziando a diventare così tanti che a citarli tutti sembra l’inizio della recita a memoria di una formazione di calcio. Adesso basta dunque. Sopratutto secondo il Font pensiero.
Chiamato in causa direttamente, a Guardiola sono stati chiesti lumi e un commento alle dichiarazioni di Victor Font ai microfoni di Sky Sport Uk. Sempre la stessa testata ha riportato, oggi, le dichiarazioni del tecnico catalano del Manchester City (l’intervista di Font è stata resa pubblica ieri). Guardiola ha negato un eventuale interesse a tornare al Barça davanti ai microfoni.
“Sono incredibilmente felice qui” ha dichiarato quest’oggi Pep in conferenza stampa rispondendo alle domande dei giornalisti fatte in merito alle parole del candidato Font. “Sono deliziato di essere a Manchester e spero di fare un buon lavoro per restare più a lungo”. Dichiarazioni di facciata? Vi immaginate Pep che dichiara alla stampa ad inizio campionato “sì a fine stagione vado via per tornare al Barça”? Difficile vero? Meglio. Impensabile.
Guardiola ha il contratto in scadenza a fine stagione e al momento non ha ancora rinnovato. Intanto le sirene da Barcelona iniziano a suonare sempre più forte. Risulta anche strano che Font si sia spinto tanto oltre, facendo nomi precisi, tirandoli dentro al suo progetto, senza aver quanto meno fatto un primo sondaggio e aver ricevuto una risposta non di chiusura da parte di quelle stesse persone.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Napoli-Milan 1-3: i rossoneri espugnano il San Paolo. Doppietta di Ibra