Italia Olanda 1-1. Gli Azzurri perdono il primato di Nations

Pubblicato il autore: Daniele Conti Segui


Il pareggio per 1-1 a Bergamo contro l’Olanda non permette agli Azzurri di Mancini di confermare il primato del gruppo 1 di Nations League, ma lascia il destino nelle loro mani. Col Gewiss Stadium come teatro del match decisivo per il nostro cammino, nella città simbolo suo malgrado della prima ondata di Covid-19, la nazionale coglie un risultato importantissimo visto che scampa per la seconda volta il pericolo Orange. Aver passato indenne il doppio confronto contro i Tulipani, sulla carta i più forti avversari del gruppo, ci permette di guardare con ottimismo alle due sfide finali contro Polonia e Bosnia.

A Bergamo il tatticismo paga

La partenza dei nostri è stata preoccupante, visto che l’Olanda ha subito messo gli Azzurri sotto pressione, dovendo ribaltare lo 0-1 di Amsterdam. Nel momento di massimo sforzo degli olandesi è però arrivato il vantaggio di Lorenzo Pellegrini, un gol prezioso quanto bello. Barella, uno tra i giocatori più in forma nel panorama calcistico italiano, ha mandato in porta il centrocampista romanista con un filtrante che ha fatto fuori tutta la difesa rivale. Il trequartista è stato glaciale davanti a Cillessen, portandoci in vantaggio. La gioia però è durata pochissimo, visto che l’Olanda ha continuato sui suoi ritmi martellanti, trovando il pareggio al 25′ con Van de Beek, abile a sfruttare un rimpallo all’interno della nostra area. Il gioco è continuato a rimanere nelle mani dei nostri avversari, anche se l’occasione più ghiotta per chiudere il match è capitata sui piedi di Immobile nel secondo tempo. A parte qualche lampo da una parte e dall’altra, le difese hanno tenuto bene, col fischio finale a sancire un risultato che può starci per entrambe.

Leggi anche:  Mercato Milan: tutto passa dall'esito della partita con il Liverpool

Polonia nuova capolista: la situazione

Adesso sono i polacchi a guidare il gruppo con 7 punti, uno in più dell’Italia e due dell’Olanda. I biancorossi si sono sbarazzati di un’arrendevole Bosnia che adesso pare condannata inesorabilmente a chiudere il gruppo da ultima della classe, retrocedendo in Nations League B. Con questa classifica ai nostri basterà vincere le prossime due gare per guadagnarsi il primo posto matematico. Considerando che contro Lewandowski e soci giocheremo in casa, a Reggio Emilia, il compito non sembra fuori portata.

  •   
  •  
  •  
  •