Calcio, Bolivia: arrestato allo stadio Rodriguez, presidente Federcalcio

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Il presidente della Federcalcio boliviana, Marco Rodriguez, è finito in manette mentre era allo stadio Siles di La Paz. La scena, a dir poco fuori dal comune, è avvenuta sotto gli occhi di tutti durante il match tra Bolivia-Ecuador. La gara, valida per le qualificazioni mondiali, resterà indimenticabile per tutti oltre che per il presidente boliviano, il quale era comodamente seduto nel suo palco privato.

Le accuse a Rodriguez: irregolarità amministrative

Marco Rodriguez è diventato presidente della Federcalcio in seguito alla morte dell’ex presidente, Cesar Salinas, lo scorso luglio. Non è un evento isolato, le irregolarità della federazione boliviana con l’inserimento di Rodriguez sono note già da tempo ed è in corso una “guerra” da diversi mesi. Le accuse arrivano dal rivale principale del presidente, Robert Blanco, secondo il quale l’insediamento del presidente sarebbe poco chiaro, ma soprattutto fatto di irregolarità e violazioni dello statuto federale. Blanco è l’altro vicepresidente del deceduto Salinas, anche lui designato alla presidenza. Le accuse fatte da Blanco sono state accolte dalla Corte Costituzionale che ha proceduto con l’arresto dell’ex dirigente.
Rodriguez, in vista degli agenti, non ha opposto alcuna resistenza, arrestato è stato poi trasferito a Santa Cruz. Non c’è da tralasciare che, lo stesso Rodriguez, ha denunciato Blanco, sottolineando anche che l’intervento della giustizia ordinaria ha violato i principi stabiliti dalla Fifa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, Pioli: Una partita difficile. Ci aspettano tante gare, bisogna stringere i denti"
Tags: