FC Barcelona – Ansu Fati 4 mesi di stop per il menisco. Operazione riuscita

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui

L’operazione al menisco interno del ginocchio sinistro di Ansu Fati è perfettamente riuscita. Eseguita nella giornata di oggi dal dottor Cugat, uno dei massimi specialisti in materia, il ragazzo dovrà stare fermo approssimativamente 4 mesi. L’articolazione è stata suturata e il menisco non è stato asportato totalmente. Questo tipo di intervento, chiamato meniscopessi, consiste nella riparazione tramite sutura, anziché nell’asportazione, della porzione di menisco lesionata in modo da conservare tutta la superficie meniscale. In questo caso i tempi di recupero sono maggiori, ma si evita anche il rischio di una rapida rigenerazione articolare della cartilagine. Stante la sua giovane età si è preferito assicurare la totale guarigione del menisco. Maggiore periodo di stop uguale migliori garanzie di un totale e permanente recupero funzionale dell’articolazione. L’operazione è stata compiuta in artroscopia. L’anestesia in casi del genere più essere locale o spinale a seconda delle preferenze del chirurgo. A livello pratico, i margini della lesione vengono riuniti attraverso dei punti di sutura, salvo poi suturare, chiaramente, gli accessi artroscopici a livello della cute. Circa i tempi di recupero, in termini generali la sutura meniscale prevede solitamente un ritorno all’attività agonistica in 2-3 mesi. Nel caso di specie i quattro mesi indicati nel comunicato ufficiale potrebbero significare un calcolo del decorso votato alla prudenza o un quadro clinico più complesso con interessamento dei legamenti. Ma sono chiaramente tutte mere supposizioni. Il dato ufficiale è una sutura meniscale con 4 mesi di prognosi.
Calendario alla mano il ragazzo dovrebbe rientrare a disposizione di Ronald Koeman intorno al mese di marzo. Giusto in tempo per affrontare la parte decisiva della stagione di Champions. In attesa della guarigione di Ansu, Koeman dovrà fare di necessità virtù e trovare delle contromisure all’interno della rosa che permettano di patire il meno possibile l’assenza del ragazzo. Una soluzione potrebbe essere quella di usare contemporaneamente Dembélé e Trincao nelle due fasce. Questa sarebbe la soluzione più naturale. Il ricorso a Coutinho sinistra, sebbene con libertad, apre scenari e ricordi poco lieti per lo stesso brasiliano e per il barcelonismo. Pedri, Konrad, o il richiamo in pianta stabile di Riqui sono altri scenari che si aprono davanti alle possibili scelte del tecnico blaugrana.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Napoli-Rijeka: orario, luogo, probabili formazioni, statistiche e precedenti