FC Barcelona – Le buone nuove per Koeman. Coutinho e Busquets

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui

Un lunedì di buone novelle per Ronald Koeman. L’infortunio di Sergi Busquets è meno grave del previsto; Philippe Coutinho è pronto per rientrare in squadra. Sono queste le notizie positive che provengono dall’infermeria del Barcelona. Ma andiamo per gradi e iniziamo a parlare di Sergi. Il numero 5 blaugrana, infortunatosi in nazionale nella ripresa della sfida di Nations League contro la Svizzera, e che inizialmente sarebbe dovuto stare fuori per tre settimane come avevamo informato nell’immediatezza dei primi esami medici effettuati in seno alla selezione spagnola, starà lontano dai campi di gioco solo per una settimana. Il giocatore, che salterà la sfida con la Roja contro la Germania, non sarà disponibile nemmeno per l’altra importante partita, questa volta del suo Barcelona, contro l’Atletico al Wanda Metropolitano. Sarà tuttavia arruolatile per le altre gare di campionato e Champions che inizialmente erano state cancellate dal suo carnet di ballo.
Coutinho invece, infortunatosi nel corso del clásico, è pronto a riprendersi il suo posto in squadra dopo aver superato la lesione che lo aveva costretto a perdersi parte dell’ultimo cammino della squadra. Il giocatore brasiliano, rientrato in gruppo con il resto della squadra, quest’oggi ha svolto completamente il lavoro di allenamento fatto svolgere dal suo allenatore. Se non ci saranno problemi nei prossimi giorni e la sua progressione sarà costante, il ragazzo potrà rientrare in formazione proprio nella sfida ai colchoneros di Luis Suárez. L’uscita di Coutinho dall’undici blaugrana è coinciso con il periodo di calo della squadra, caratterizzato da un gioco stentato, lento e da una perforabili difensiva figlia anche di un mancato filtro compiuto dalla squadra nelle fasi di transizione. Vediamo se basterà la presenza in campo del 14 per riavvolgere il nastro alle prestazioni della prima parte della stagione.
Da un 14 ad un altro. Mascherano, il jefecito, ha dato l’addio al calcio. Una lunga carriera contrassegnata da vittorie, trionfi, soddisfazioni conseguite in maglia blaugrana; un po’ meno con la camiseta albiceleste, ma sempre un monumento di quella squadra. Si ritira dal calcio giocato un baluardo della difesa di un grande Barça; un giocatore che merita una ovazione e un gran riconoscimento da parte di tutto il barcelonismo unito per quello che è sempre riuscito a dare. Competizione, attaccamento alla maglia, prestazioni, successi. Hasta luego Jefe. I moltes gracies!      

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Coppa Italia, sorteggi ottavi: Juve-Genoa, Milan-Torino