Lazio, Inzaghi in conferenza: “Squadra tosta, ma pensiamo a vincere”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Allo Stadio Olimpico di Roma, domani alle ore 21, la Lazio di Simone Inzaghi sfiderà i russi dello Zenit per continuare il sogno Champions. Una vittoria è più che importante per continuare a crederci. L’allenatore biancoceleste si è presentato poco fa in conferenza stampa insieme a Correa. Le parole in conferenza stampa riportate da Corriere dello Sport di Inzaghi: “Sappiamo dell’importanza della partita. Uno dei nostri obiettivi è quello di passare il girone. Mancano tre partite, le prime tre sono andate abbastanza bene”.

Lazio, Inzaghi: “Non importa se non siamo i favoriti, senza emergenza sappiamo dire la nostra”

Lo Zenit dopo un periodo difficile ha ritrovato equilibrio e forma dei giocatori, arriva a Roma ben disposto, Inzaghi sa che non sarà facile: “Lo Zenit è forte, ha recuperato giocatori importanti. Serve una gara di carattere, di continue scelte e dobbiamo recuperare energie. A Crotone abbiamo speso tanto a livello energetico. Non ho notizie ufficiale a livello dei giocatori, aspetto le comunicazioni ufficiali dei responsabili sanitari. Di sicuro ho di nuovo a disposizione Luiz Felipe, anche se è fermo già da 10 giorni. Vedremo se farlo giocare”. 
In conferenza stampa non poteva mancare qualche domanda sul caso Luis Alberto e la società della Lazio. Simone Inzaghi non si schiera, da allenatore gli interessa solo il giocatore dal punto di vista fisico-tecnico: “Luis Alberto è fondamentale, lo ha dimostrato da tempo. Parliamo di un giocatore importante che ha risposto alle polemiche sul campo. Da lui ci aspettiamo conferme anche fuori, ho parlato con lui. Il ragazzo è sereno e motivato”. 
La Lazio non è tra le favorite in Champions, ma questo non demoralizza il tecnico né l’ambiente: “Siamo abituati a non essere i favoriti, ma in questi anni siamo cresciuti e abbiamo vinto trofei. Quest’anno ci sono stati diversi problemi, tra defezione e calendario tosto. Domani ci sarà ancora qualche problematica a metà campo, ma senza emergenze sappiamo dire la nostra”. 

Correa: “La Lazio è unita, Inzaghi ci conosce bene”

In conferenza stampa con Simone Inzaghi arriva anche Correa per presentare la gara di domani contro lo Zenit. Il centrocampista argentino, dice: “In questi anni ho giocato più da attaccante che da centrocampista, non sono un uomo d’area, ma mi piace stare vicino alla porta”. 
Un periodo di buona forma per l’ex Siviglia, chiamato anche in Nazionale con Messi: “Sto bene, posso migliorare ancora tanto e lavoro costantemente ogni giorno. Lavorare con Messi è bellissimo, allenarsi con lui, un sogno di tutti gli argentini che giocano a calcio. Per me è importante stare con loro. Lionel parla con tutti, è educato, tranquillo e ci aiuta. Con lui si impara solo a guardarlo. Infatti cerco di imparare sempre di più”. 
Non solo Argentina, Correa parla anche del suo momento alla Lazio: “Voglio aiutare la squadra partita dopo partita. Questa è la mia forza. Vogliamo vincere e continuare su questa strada. La Lazio è unita, Inzaghi ci conosce benissimo. Lavoriamo tanto per fare questo gioco, siamo come tanti amici che si ritrovano in campo. Durante questi anni la squadra è cresciuta tanto, non è una sorpresa. Siamo forti, con giocatori d’esperienza. Pronti a tutto”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, Paolo Maldini: contatto con il Gent per Yaremchuk e spinta su Zaccagni