Lazio, Inzaghi: “Tre punti importanti. Immobile è un leader”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui

La Lazio espugna l’Ezio Scida di Crotone per 2-0, su un campo da gioco quasi impraticabile e con la pioggia incessante. Nonostante le difficoltà, gli uomini di Simone Inzaghi riescono a vincere. Super gol di Ciro Immobile che, malgrado l’assenza e la mancanza di allenamento sul campo, oggi era in grande forma. A fine gara, l’allenatore: “Abbiamo vinto una partita difficilissima, contro una squadra che ultimamente sta giocando delle ottime gare. Immobile? È stato bravissimo, è un leader. Ha fatto un gol importantissimo e molto bello. Il paragone con Signori (raggiunto a quota 107 gol in A con la maglia della Lazio, ndr) ci sta tutto, sta facendo grandissime prestazioni e grandissimi numeri”. 

Lazio, la squadra è in forma, da Immobile e Correa ad Acerbi e Caicedo

I biancocelesti mostrano grande forma fisica e buon feeling, crescita e buon inserimento da parte dei nuovi arrivi. Non solo elogi per Ciro Immobile, come riporta Sportmediaset, Inzaghi elogia anche Correa: “Correa si è sacrificato molto dopo un lungo viaggio di rientro dalla nazionale ed è tornato al gol anche in campionato, anche Caicedo sta facendo grandi cose e Muriqi si sta inserendo bene. Acerbi sta avendo un rendimento eccezionale da tre anni a questa parte. È un titolare della Nazionale, che si cura nei minimi particolari e si sta meritando tutto, per la volontà e la dedizione che mette nella sua professione”.
Situazione ancora difficile tra Luis Alberto, Tare e Lotito. Il giocatore aveva rilasciato dichiarazioni spiacevoli, provocando dispiacere e rabbia alla società. Lo spagnolo si è anche scusato, ma sembra ancora lontano il momento in cui la situazione passi nel dimenticatoio. L’allenatore della Lazio prova a sdrammatizzare: “Sa di aver sbagliato e se n’è scusato pubblicamente. Sarà multato come giusto che sia, ma io avevo l’obbligo di metterlo in campo nelle migliori condizioni. È un giocatore con un talento straordinario, non deve sprecarlo con delle stupidaggini fuori dal campo”.

Archiviata la vittoria di oggi, la testa della Lazio va subito alla Champions League, attesa la gara all’Olimpico contro i russi dello Zenit.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tacconi ricorda: "Maradona mi ha fatto prendere tante multe. A Napoli mi davano sempre del cornuto"