Marotta risponde a Rizzoli: “Personalmente stimo Rocchi ma vorremmo un interlocutore stile Premier League”

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Sabato pomeriggio nel match di campionato tra Inter-Parma l’arbitro Marco Piccinini che aveva sostituito il collega Luca Pairetto infortunatosi durante il riscaldamento, non ha concesso un calcio di rigore molto evidente ai nerazzurri per un fallo di Balogh ai danni di Perisic, facendo arrabbiare molto il club milanese che nelle ultime gare si ha riscontrato alcune sviste arbitrali.

L’amministrato delegato Giuseppe Marotta è tornato sull’episodio incriminato rispondendo al responsabile e designatore della CAN A Nicola Rizzoli che domenica sera era stato ospite dell trasmissione di Fabio Caressa su Sky Sport dove si è confrontato con gli ospiti in studio sul tema arbitri. Di seguito riportiamo il suo pensiero dove spiega tra le tante cose che ci vorrebbe un interlocutore stile Premier League che il lunedì si confronti con l’ex arbitro Gianluca Rocchi (incaricato di fare da tramite tra il mondo arbitrale e i club) presentandogli le istanze raccolte dai singoli club.

Leggi anche:  Roma, Fonseca: "Necessario dimenticare Napoli e vincere"

Marotta, le sue parole

Rivendico il merito di essere uscito allo scoperto, in seguito a quell’errore macroscopico e di aver rotto il fronte nel sottolineare un vuoto normativo nell’utilizzo della tecnologia.  Detto questo, mi fa piacere che Rizzoli abbia apprezzato i miei toni e che abbia confermato come sabato abbiamo subìto un errore sia da parte dell’arbitro in campo che da quello al Var.
Premesso che abbiamo ricevuto una comunicazione su questo nuovo ruolo (Rocchi n.d.r.) solo i primi di ottobre, ma si parla di un ruolo formativo per dirimere perplessità regolamentari. Ritengo invece che serva un chiarimento ufficiale, magari presso la Lega di Serie A, sulle caratteristiche di questo ruolo anche e soprattutto come interlocutore politico. Un modello? Quello della Premier League: in Inghilterra c’è un gruppo – il PGMOL, professional game match officials – esterno sia alla Premier che alla Federazione a cui i club possono chiedere chiarimenti sulle decisioni arbitrali. Personalmente stimo Rocchi e il suo valore professionale, noi non vogliamo dare le pagelle agli arbitri, ma vorremmo un interlocutore. Una figura autorevole che il lunedì si confronti con lui presentandogli le istanze raccolte dai singoli club, che sia scelto dal presidente della Lega e dall’a.d. e poi proposto all’assemblea“.

Leggi anche:  Paolo Ziliani contro Chiellini: "Perchè trascinarsi così penosamente a 36 anni suonati?"

 

  •   
  •  
  •  
  •