Sconcerti punge: “Marotta chiede i soldi allo Stato? Li faccia cacciare ai suoi cinesi”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Sconcerti, che frecciatina a Marotta. Intervenuto ai microfoni di calciomercato.com, il noto giornalista e opinionista sportivo ha commentato così la grave crisi economica che stanno attraversando le squadre di calcio a causa della pandemia Covid“Siamo sinceri, io vedo una valanga di bugie in questo calcio. Non è normale. Siamo sommersi dal virus e dai debiti e dalle plusvalenza, qui si fanno debiti tutti i giorni. Il calcio rischia seriamente di saltare per aria. Abbiamo fatto nella scorsa stagione 783 milioni di plusvalenze, con una media di 553 milioni di media all’anno. Abbiamo un debito di 500.000 euro al giorno. Cioè: ogni giorno il calcio, quando alza la serranda, perde 500.000 euro. Ti rendi conto? Con una plusvalenza tu tappi il buco, ma poi sono soldi che devi restituire con soldi veri. Abbiamo 2-3 miliardi di debito che adesso vengono in pagamento, ma chi ha i soldi per pagare? “.

Sconcerti continua così su Marotta: “Ma perché non va a chiedere in soldi al suo proprietario, Zhang? Li chieda a lui, non allo Stato. E i cinesi, comunque, se ne guardano bene. Guarda: l’Inter lo scorso anno ha detto: prima vendiamo e poi compriamo. E la gente pensa: questo lo sappiamo fare anche noi. La verità è che non c’è stato mercato. Ti ricordo che Chiesa alla Juve è ancora in prestito, per esempio. Il mercato si è già ridimensionato da sé”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Bruscolotti e Taglialatela replicano a Cabrini: "Non ci può dare lezioni di vita, sanno tanto di pregiudizi"