Se io fossi Maradona

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Maradona nemmeno da morto viene lasciato in pace, né da alcuni media, che mettono in risalto solo gli aspetti negativi che lo hanno accompagnato lungo il percorso della sua esistenza, e né dai tanti pseudo uomini e donne dello spettacolo che non hanno aspettato un solo secondo per infangare ulteriormente la sua immagine.

Solo in pochi hanno avuto la fortuna di conoscerlo per quello che era realmente, ed in profondità era una persona generosissima e altruista nell’aiutare i più sfortunati, facendo donazioni su donazioni e mille altre cose ancora per i poveri, e siccome la beneficenza si fa in silenzio,  Diego non la sbandierava ai quattro venti.

Purtroppo in tv e sui giornali è più comodo ottenere ascolti denigrando la persona presa di mira, ed il Pibe de Oro ha pagato le sue debolezze umane a caro prezzo, più di qualsiasi altro Vip che assume stupefacenti, ma che al contrario di Diego Armando, hanno avuto la lucidità di non dichiararlo in pubblico, e quindi rischiando minore  esposizione mediatica.

Maradona era colui il quale, che pur di garantire un trapianto di midollo osseo ad un bambino povero, ha fatto  in modo di far avere i soldi alla  famiglia indigente  in tempi record, nel silenzio assordante dei mass media, per garantirgli l’operazione che salvò la vita al piccolo stesso.

Leggi anche:  Sergio Ramos, addio in lacrime al club che lo ha reso grande

Questa è solo una delle migliaia di persone che aiutò in vita di cui lui non parlava mai in pubblico per cercare in qualche modo di controbilanciare le notizie cattive e a gamba tesa che molti giornalisti gli facevano per avere un certo ritorno di pubblico.

E’ falsa anche la storia che non si allenasse, perchè seppur non andasse sempre agli allenamenti collettivi, comunque si esercitava come un mulo privatamente, per farsi trovare pronto la domenica.

Potranno continuare a denigrarlo in ogni modo, ma nessuno gli toglierà mai l’amore e l’affetto della sua gente, sopratutto dei napoletani con cui creò un osmosi irripetibile al pari di San Gennaro, e  solo chi vive in quella città può capire e spiegare al mondo intero cosa era Diego Armando Maradona. Il campione argentino passò dalla povertà assoluta alla richezza smisurata in poco tempo e a quella età (24anni), è facile cadere nelle tentazioni e nelle cattive compagnie se non si hanno gli strumenti e le persone  giuste vicino per venirne fuori.
L’umanità sarà sempre in debito con lui, perchè non è riuscita a salvarlo dai suoi spettri interiori, il nostro campione era letteralmente schiacciato dal peso del suo personaggio e sicuramente desiderava essere amato per quello che era e non per quello che la sua persona rappresentava agli occhi della gente, un campione Maradona lo era, ma interiormente soffriva il desiderio di essere libero di essere se stesso. Lui ci ha regalato emozioni su emozioni sul campo e fuori, e giuste o sbagliate che siano state le sue posizioni politiche, ha provato a lottare per gli altri sempre e senza soste, quando la salute glielo permetteva.

Leggi anche:  Florenzi nel mirino della Juventus: i bianconeri provano il colpo

Maradona era un uomo solo al comando, ed era ovvio che fosse così, perchè le aquile non voleranno mai in uno stormo. Ve lo voglio ricordare cosi attraverso una sua breve dichiarazione, e successivamente con il testo tradotto in italiano di una canzone a lui dedicata  dall’artista Manu Chao,  che sta spopolando sui social.
Maradona: Io sono la mia colpa e non posso più rimediare.

Se io fossi Maradona:
Se io fossi Maradona, vivrei come lui.
Se io fossi Maradona, di fronte a qualsiasi porta..
Se io fossi Maradona, non sbaglierei mai..
Se io fossi Maradona, perso chissà dove..
La vita è una lotteria, di notte e di giorno..
La vita è una lotteria e vai e vai!
La vita è una lotteria, di notte e di giorno..
La vita è una lotteria e vai e vai!
Se io fossi Maradona, vivrei come lui..
Mille missili, mille amici..
Maradona è quello che succede moltiplicato per cento!
Se io fossi Maradona, andrei in Mondovisione per grdare alla Fifa che sono dei grandi ladroni..
La vita è una lotteria di notte e di giorno..
La vita è una lotteria e vai e vai!
La vita è una lotteria di notte e di giorno..
La vita è una lotteria e vai e vai!

Leggi anche:  MotoGP, Marquez l'uomo da battere al Sachsenring

Se io fossi Maradona, vivrei come lui, perchè la vita è una palla che si vive a fior di pelle..
Se io fossi Maradona, e una partita da vincere..
Se io fossi Maradona, è una mano sull’altare..
La vita è una lotteria, di notte e di giorno..
La vita é una lotteria e vai e vai!

Grazie Diego per averci fatto sentire felici anche se eravamo poveri.

  •   
  •  
  •  
  •