Calcio, serie A: i commenti dagli spogliatoi dopo la 12a giornata

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Manca all’appello solo l’esito di Roma-Torino, che si disputerà questa sera alle 20:45 allo stadio Olimpico, per concludere la 12a giornata della serie A. Dagli spogliatoi i diversi allenatori hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni in sintesi (fonte Rai):
Udinese-Crotone
Gotti: E’ mancato il gol, che non è cosa da poco, però non si può dire che non ci abbiamo provato. Abbiamo avuto molte occasioni, più 2 gol annullati per fuorigioco.
Stroppa: In 3 giorni abbiamo fatto più punti che nelle prime 10 giornate. La prestazione è stata attenta e determinata, ed abbiamo avuto la partita sempre sotto controllo.

Benevento-Lazio
Pippo Inzaghi: Ho dei ragazzi fantastici, che mi stanno regalando delle soddisfazioni incredibili, e se penso a dove eravamo lo scorso anno mi commuovo. E’ la strada giusta da seguire, questo è il premio per tutto il lavoro fatto fino ad ora.
Simone Inzaghi: I ragazzi hanno provato a vincere in ogni modo, anche se non avrebbero dovuto prendere il gol alla fine del primo tempo, e farne un’altro per stare sicuri.

Leggi anche:  Italia-Svizzera vista da un tifoso

Juventus-Atalanta
Pirlo: Abbiamo fatto una grande partita, giocavamo contro una squadra forte. Giocato alla pari, ma quando devi fare il salto di qualità queste gare vanno vinte.
Gasperini: E’ stato un grande risultato, contro una Juve forte. Ad un certo punto, nel finale del secondo tempo, abbiamo anche pensato di vincere, e comunque abbiamo impostato la gara come volevamo.

Fiorentina-Sassuolo
Prandelli: C’è stata una grande reazione, ed era quello che volevamo. Sul gol di Vlahovic? Sono contento per lui perchè è giovane e sta provando a dimostrare il suo valore.
De Zerbi: Cresciamo come condizione, per brillantezza, velocità e forza. Abbiamo ottenuto un solo punto, ma ne avremmo meritati 3. La gestione arbitrale mi è sembrata poco serena.

Genoa-Milan
Maran: I miei ragazzi sono tornati negli spogliatoi arrabbiati. Abbiamo provato a vincerla fino alla fine, ma non dobbiamo dimenticare che il Milan non perde in campionato da 9 mesi.
Pioli: Non molliamo mai. Poi è chiaro che non possiamo sempre andare a 1000 all’ora. E’ stata una buona gara, ma dobbiamo continuare a migliorare in quelle piccole cose che ultimamente abbiamo tralasciato.

Leggi anche:  Italia, Andrea Belotti: "Mi sento un titolare, l'Italia vuole arrivare in fondo"

Verona-Sampdoria
Juric: Una battuta d’arresto come questa ci può anche stare. Riconosco che i ragazzi hanno dato tutto, anche se non è stato il miglior Verona della stagione. Dobbiamo lavorare ancora tanto e duramente.
Ranieri: Questa è stata una vittoria che volevamo su un campo difficile, come quello scaligero. Ramirez è un giocatore strepitoso, che negli ultimi tempi si era perso un pò. Per quanto riguarda la questione Candreva, sono affari nostri.

Inter-Napoli
Conte: Queste partite le puoi vincere, ma le puoi anche perdere. Oggi l’importante era vincere, e se ci riesci le metti in tasca e sei contento cosi.
Gattuso: Un arbitro esperto come Massa non dovrebbe essere cosi permaloso, perchè in campo una parola di troppo può sempre scappare nella trance agonistica. Se analizzassimo l’andamento della partita, avremmo meritato più noi che loro, ma i gol vanno fatti.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Parma-Cagliari
Liverani: Abbiamo fatto una partita di grande personalità. Ci è mancata la cattiveria per vincere l’incontro, così come un pò di precisione, specie in attacco.
Di Francesco: Siamo andati male nel primo tempo, e poi siamo cresciuti. Il nostro obiettivo era quello di finire con la porta inviolata, e ci siamo riusciti, ma riconosco che il Parma ha giocato meglio di noi.

Spezia-Bologna
Italiano: E’ stata una partita pazza, oltre che essere la prima giocata in casa. Fino a 5 minuti dalla fine, abbiamo giocato benissimo e creato tantissimo. Sono comunque soddisfatto per l’ottima reazione post-Crotone.
Mihajlovic: Il risultato è giusto anche se nel primo tempo abbiamo commesso i soliti errori, con 4 occasioni nitide davanti alla porta ligure. I miei ragazzi sanno riconoscere sempre  quando sbagliano.

  •   
  •  
  •  
  •