Premier League, ritorno sugli spalti: dopo 9 mesi si rivedono i tifosi

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Da qualche settimana in Inghilterra si pensava di riaprire gli stadi ai tifosi. Una decisione da valutare bene prima di procedere. Alla fine si farà. Erano ben 271 giorni dall’ultima volta. Quando tutto andava per il meglio in ogni parte del mondo, calcio e non. A causa del coronavirus gli stadi sono stati chiusi ai tifosi e, dopo 9 mesi finalmente ci sarà occasione, solo per pochi, di tornare a tifare per le proprie squadre del cuore tra oggi 5 dicembre e domani.

Premier League, solo duemila tifosi per ogni gara

Per l’undicesima giornata di campionato cinque partite avranno il pubblico sugli spalti. Il Governo inglese ha deciso sulla riapertura a capienza ridotta e che il numero di biglietti vendibili sarebbe dipeso dalla zona della squadra interessata. Dieci squadre avranno la possibilità di ospitare 2000 tifosi nella Zona 2: Arsenal, Brighton, Chelsea, Crystal Place, Everton, Fulham, Liverpool, Southampton, Tottenham, WestHam.
Il primo a commentare la piacevole notizia è stato l’allenatore del Liverpool, Klopp, come riportato su Sportmediaset, ha dichiarato: “Spero che sarà una grande esperienza per tutti noi, ma non posso saperlo. Da calciatore ho giocato molto spesso davanti a 2mila persone che non erano proprio del loro miglior umore, e possono creare davvero un bell’ambiente. Dopo questa lunga pausa penso che il nostro pubblico sarà nella migliore forma possibile. Come abbiamo sempre detto quando si va ad Anfield, non è importante quanti si è, ma quanto si influisca nel tifo. Spero che 2000 persone possano essere influenti, che aiutino davvero. Innanzitutto devono godersi la partita”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Graziani contro l'eventuale cessione di Lautaro: "Se toccano quel tandem allora veramente si indebolisce l’Inter. L'anno prossimo..."