Conte in conferenza: “Dzeko? Non ho chiesto niente alla proprietà. Speriamo di avere un contributo da Eriksen non solo da calcio piazzato”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


L’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, nella consueta conferenza stampa pre-partita ha rilasciato delle dichiarazioni importanti oltre che sulla partita contro il Benevento, anche sul calciomercato nerazzurro.

Sulla domanda relativa all’eventuale arrivo di Dzeko, Antonio Conte afferma: Non ho chiesto niente alla mia proprietà. Iniziamo a dire questo. Se accostate Dzeko per mia volontà, siete lontani anni luce. Io ho detto che saremo questi fino alla fine del campionato. Sembra capriccio del tecnico. Quest’anno ho veramente influito poco sul mercato (…) Se ci sono situazioni che non prevedano esborsi economici, si può accontentare chi vuole andare via. E’ l’unica possibilità. Altrimenti saremo questi e resteremo questi. Sappiamo qual è la nostra situazione, quindi inutile sollevare fumo“.

Alla domanda di una possibile esclusione di Sanchez tra i convocati per questioni di calciomercato, Conte non ha dubbi: “Sanchez è un giocatore dell’Inter, deve stare concentrato ed essere a disposizione dell’Inter”.

Leggi anche:  Flirt Wanda Nara-Brozovic? La realtà dei fatti

Negli ultimi giorni si è parlato molto di Eriksen e di una nuova vita in nerazzurro dopo la punizione vincente nel recupero contro il Milan che ha regalato la semifinale di Coppa Italia all’Inter. In merito al talento danese, il tecnico nerazzurro ha affermato: “Eriksen da far entrare per le punizioni? Questo va bene nel rugby, calcio è diverso. Noi speriamo di avere un contributo da Christian non solo da calcio piazzato. Vogliamo contributo anche durante la partita. Sicuramente all’Inter mancava uno specialista, è arma in più“.

Sulle situazioni da migliorare per fare un ulteriore salto di qualità, Conte dichiara: “Dobbiamo lavorare nell’ultimo passaggio e nella fase conclusiva. I portieri avversari sono sempre i migliori in campo ma noi dobbiamo essere più cattivi. Dobbiamo farlo con i difensori, con i centrocampisti e con gli attaccanti“.

Leggi anche:  Nuovo positivo a Trigoria, è già massima allerta a Roma

 

  •   
  •  
  •  
  •