Il punto sulla Serie B alla pausa invernale

Pubblicato il autore: Roberto Liggi Segui

La Serie B  si appresta alla sosta invernale con una nuova capolista solitaria e con il solito equilibrio che caratterizza il campionato cadetto. L’Empoli di Alessio Dionisi si impone a Cosenza (0-2) e stacca in testa la Salernitana, prossima avversaria al Castellani alla ripresa del campionato.

I toscani, pur avendo perso molti punti per strada, si confermano una solida e autorevole protagonista della Serie B.

In calo di rendimento la Salernitana di Castori, che ridimensionata dal ko col Monza, cadono anche all’Arechi contro il Pordenone (0-2) interrompendo una lunghissima striscia di gare interne con goal segnati.

Monza sugli scudi, tanto equilibrio in zona playoff

Tra i più seri candidati a un posto perlomeno tra i primi quattro, sicuramente il Monza (0-0 a Lecce) che dopo un avvio di campionato tentennante, sembra aver trovato la quadratura del cerchio, e con 20 punti nelle ultime 10 gare e freschi dell’acquisto di Balotelli, sta lentamente scalando la classifica di Serie B.

Leggi anche:  Juventus, offerta definitiva al Santos: attesa per l'attaccante

Rendimento altalenante per Spal, Cittadella e Lecce.
I ferraresi, dopo due inaspettati ko fanno il colpo a Frosinone (1-2) e si rilanciano al quarto posto, mentre i veneti che venivano da un ottimo mese di dicembre fanno un passo indietro andando a perdere contro l’ultima della classe Entella e scivolando al quinto posto.
Ancora alla ricerca di continuità anche il Lecce, con all’attivo un solo successo nelle ultime 8 gare; in fase calante anche Venezia e il Frosinone di Alessandro Nesta, che non vincono rispettivamente da cinque e da quattro turni.

Salgono le quotazioni del Chievo e del Pordenone: i clivensi sono imbattuti da cinque turni, il Pordenone è al secondo successo di fila.

Zona rossa caldissima

Le squadre che occupano le ultime posizioni della classifica di Serie B sono invece state protagoniste di un mese di dicembre di fuoco.
Tre punti d’oro per il Vicenza che impostosi 0-3 a Brescia con doppietta di Da Riva, si porta a 19 punti e fa un balzo avanti in classifica.
Successo esterno anche per il Pescara, che in nove uomini strappa tre punti d’oro sul campo della Reggiana (0-1) e si toglie momentaneamente dalle ultime cinque posizioni.
Torna alla sconfitta la Reggina, che rinfrancata dalla cura Baroni (due successi di fila), torna a subire rimonte decisive nei minuti finali. Stavolta ad Ascoli (2-1) dove dove conducevano per 0-1 fino all’83°.

Leggi anche:  Juventus, un positivo al Covid-19 agli ultimi controlli

Continua il momento nero per Cremonese, Cosenza e Reggiana tutte a 15 punti.
Per i grigiorossi (battuti 0-2 dal Chievo e ora terzultimi) è il terzo ko di fila e si parla di nuovo allenatore: al posto di Bisoli si fanno i nomi di Ventura e Andreazzoli.
Reggiana e Cosenza sono a secco di vittorie da sei e cinque giornate.

Momento d’oro per invece per l’Entella, che dopo aver collezionato cinque punti e nessun successo in quattordici giornate, fa il tris: dopo Pescara e Vicenza, il neo tecnico Vivarini batte anche il Cittadella.

  •   
  •  
  •  
  •