Insigne cerca il 100° gol in azzurro ma sbaglia quello più importante

Pubblicato il autore: Edoardo Ciriaci Segui


Alle 21 di mercoledì 20 gennaio, Juventus e Napoli si affrontano al ‘Mapei Stadium‘ di Reggio-Emilia per portarsi a casa il primo trofeo della stagione, la Supercoppa Italiana. Finale tra la vincitrice del precedente campionato (Juventus) e quella della Coppa Italia (Napoli). Dopo un primo tempo a ritmi alti ma senza reti, accade tutto nella ripresa con i bianconeri e i partenopei intenti a colpirsi come in un ring. Le occasioni non mancano, un miracoloso Szczesny salva la Juventus che si porta sul vantaggio con il solito Cr7. Il Napoli reagisce, non molla e l’occasione più golosa arriva all’ottantesimo minuto. Insigne va dal dischetto del rigore, sbaglia e la Juventus si salva di nuovo. Passano altri dieci minuti, scatta il novantesimo e vengono addizionati 5 minuti di recupero. Assalto partenopeo in area di rigore bianconera, la squadra di Pirlo regge il colpo anzi riesce a ripartire in contropiede con Cuadrado. Assist tutto colombiano a trovare Morata sulla destra che non deve far altro che accompagnare il pallone in rete. Juventus 2, Napoli 0; il primo trofeo stagionale è della ‘vecchia signora’

Leggi anche:  Dove vedere Bologna-Lazio: streaming e diretta Tv. SKY o DAZN?

Insigne, dal sogno all’incubo in un secondo

Lorenzo Insigne, capitano del Napoli, ha sicuramente trascorso una delle notti più tormentate della sua carriera. Come già detto, ieri sera, il suo Napoli ha affrontato la Juventus per portarsi a casa la Supercoppa nonché quello che sarebbe potuto essere il secondo trofeo consecutivo dopo la Coppa Italia, vinta proprio contro la Juventus.
L’occasione di sperarci ancora e di riprendere la vecchia signora capita all’80’ minuto. Mckennie calcia Mertens in area di rigore, check al VAR, e rigore per il Napoli. Dal dischetto va Lorenzo Insigne, sospiro, rincorsa e calcio. Il numero 24 chiude troppo il destro e il pallone sfila sul fondo accompagnato dalle urla di gioia di Szczesny e Bernardeschi. Dopo 15 minuti di lotta e speranza tutta partenopea, l’arbitro Valeri fischia tre volte e il capitano del Napoli non riesce a trattenere le lacrime. Cercava il 100° gol in azzurro ma sbaglia il più importante, una notte sicuramente indimenticabile ma non come si aspettava.

Leggi anche:  Serie A DAZN 24a giornata: il programma dei match

  •   
  •  
  •  
  •