Juventus, la svolta deve arrivare in Supercoppa: un trofeo può ridare tranquillità a Pirlo

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Vigilia di Supercoppa con la Juventus che deve cancellare in fretta la sconfitta contro l’Inter e ricominciare a vincere contro il Napoli con una vittoria che potrebbe ridare serenità a Pirlo.

Una sconfitta pesante e quel passato che si fa sempre più presente per Andrea Pirlo: il mister bianconero è finito sotto il banco degli imputati e ora deve rispondere, coi fatti, al confronto col suo passato. Infatti, molto tifosi bianconeri, hanno iniziato a confrontare presente e passato realizzando che Sarri a questo punto della stagione aveva messo a segno 9 punti in meno rispetto alla Juve Sarriana  mentre è ancora difficile far un confronto con Allegri che, nella stagione 2015/2016, aveva gli stessi punti ma alla fine portò a casa lo scudetto ai danni del Napoli. Non il miglior degli inizi però, per Pirlo, è già tempo di dare una svolta a questa stagione: vincere la SuperCoppa contro il Napoli significherebbe dare un segnale forte alle dirette concorrenti e far capire che la Juventus è ancora viva ed ha ancora fame di vittorie: al contrario, perdere, sarebbe ammettere un attuale inferiorità e potrebbe aprire la strada ad un anno senza trofei che sarebbe deleterio per una società quotata in borsa.

Leggi anche:  Juve Stabia Bari 0-2: doppietta di Marras, Vespe Ko al Menti

Situazione infortunati. Cominciamo dalla situazione indisponibili perchè, come prevedivile, la Juventus dovrà far a meno sicuramente di Dybala e De Ligt: il fantasista argentino ancora non ha smaltito il problema muscolare e dovrebbe saltare anche la gara contro il Bologna  per tornare successivamente a fine mese a disposizione di Mister Pirlo mentre l’olandese è ancora alle prese col Covid-19 e difficilmente è recuperabile. Situazione diversa, invece, per Cuadrado e Alex Sandro: i due hanno carica virale bassa e hanno ancora una speranza di essere convocati qualora il tampone dovesse dare esito negativo ma difficilmente partirebbero dai primi minuti.

Cambi rispetto a San Siro. Pirlo vuole dare una scossa e lo farà cambiando gli interpreti rispetto alla sfida persa in casa dell’Inter. Su tutti hanno deluso Rabiot e Ramsey che dovrebbero partire dalla panchina con spazio a Mckennie ( completamente ristabilito dopo Sassuolo) e Ahrtur che saranno affiancati da Bentancur confermato dopo una prestazione deludente a San Siro. Anche la difesa subirà delle modifiche e, a farne le spese, è proprio Frabotta altro giocatore uscito da San Siro con una brutta prestazione: a completare il reparto che sarà formato da Danilo, Bonucci e Chiellini sarà dunque Demiral che torna titolare. Unico reparto che non subirà modifiche sarà l’attacco con Ronaldo e Morata pronti a dare fastidio alla retroguardia partenopea aiutati da Chiesa che agirà a centrocampo.

  •   
  •  
  •  
  •