Milan-Juventus 1-3: dominio bianconero a San Siro. Super Chiesa

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


A San Siro, per la sedicesima giornata di Serie A, è andato in scena uno dei big match più chiacchierati della stagione: Milan-Juventus. La gara è finita 1-3, con i bianconeri che passano quasi subito in vantaggio con un gran gol di Chiesa. Calabria pareggia i conti e poi è ancora l’ex Fiorentina che riporta la Juve in vantaggio. McKennie segna il 3-1.

Milan-Juventus, la gara

Stefano Pioli manda in campo i rossoneri col 4-2-3-1: G.Donnarumma – Dalot, Kjaer, Romagnoli, Hernandez – Calabria, Kessie – Castillejo, Calhanoglu, Hauge – Leao. Andrea Pirlo contrappone i bianconeri con un 4-4-2: Szczesny – Danilo, Bonucci, De Ligt, Frabotta – Chiesa, Bentancur, Rabiot, Samsey – Dybala, Ronaldo. Grandi assenti nelle due formazioni: gli ospiti perdono Morata per infortunio e Alex Sandro e Cuadrado per Covid-19. Il Milan oltre ad Ibrahimovic infortunato, perde Krunic e Rebic per positività al coronavirus. Il primo tempo molto equilibrato, con la Juve che sembra però avere una marcia in piu, prende in mano la gara e trova il vantaggio. Chiesa trova il vantaggio, ma il Milan non molla e trova il pareggio con Calabria che finalizza una ripartenza di Leao. Nel secondo tempo la Juventus non perde controllo né intensità, il Milan sì. I bianconeri trovano prima il 2-1 con Chiesa e poi il 3-1 con il giovane McKennie. La gara finisce così, con i bianconeri che portano a casa una vittoria importante, ma soprattutto inaspettata e meritata.
Le due formazioni torneranno in campo nel weekend: sabato il Milan attende il Torino a San Siro; domenica la Juventus in casa ospiterà il Sassuolo. Milan perde l’occasione di allungare il vantaggio sulle inseguitrici, i bianconeri accorciano le distanze verso la vetta: quarto posto con 30 punti.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Russian Premier League: Nizhny Novgorod, buona la “prima” nella massima serie