Sapevate che c’era un Del Piero all’Inter? Ecco che fine ha fatto Yago Del Piero

Pubblicato il autore: Giuseppe Colicchia Segui

Un nome sulla maglia talvolta può ingannare e scatenare paragoni troppo pesanti per un giovane che sogna di fare il calciatore ad alti livelli. Pensare ad un Del Piero all’Inter può far sorridere, ma potrebbe anche far gridare allo scandalo. Una bandiera bianconera che gioca in maglia nerazzurra? Eppure un Del Piero all’Inter c’è stato, ma non si tratta di Alex. Il suo nome è Yago Del Piero, brasiliano con parenti di origini venete, proprio come il “Pinturicchio” juventino. Il calciatore è stato parte integrante delle Giovanili e della Primavera dell’Inter dal 2008 al 2013, ottenendo anche una convocazione in prima squadra con Stramaccioni in panchina. La sua è una storia particolare, legata ad un nome pesante seppur si tratta di una semplice casualità, uno scherzo del destino. Ripercorriamo la sua storia e scopriamo che fine ha fatto Yago Del Piero.

Yago Del Piero: gli esordi ed il trasferimento all’Inter

Centrocampista classe ’94, Yago Del Piero è stato considerato per anni uno dei talenti più promettenti del vivaio interista. Piede educato come quello di ogni brasiliano, Yago si differenziava nelle giovanili anche per un’ottima visione di gioco. La sua carriera a livello giovanile comincia nella squadra locale del Fontane, dove impressiona gli addetti ai lavori e gli osservatori che gli fanno recapitare un biglietto di sola andata per Treviso, dove si aggregherà direttamente alle giovanili. Nel Treviso il giovane calciatore comincia a mettere le prime basi e si impone nel ruolo di trequartista, realizzando anche parecchi gol. Nel 2008 arriva la chiamata dell’Inter per mano di Piero Ausilio. Yago è costretto ad abbandonare la famiglia per inseguire il sogno di diventare calciatore. Le difficoltà ambientali e fisiche non mancano, ma il Del Piero nerazzurro esplode nei Giovanissimi Nazionali: vince lo scudetto realizzando il gol decisivo ai supplementari in finale contro l’Empoli.

Leggi anche:  Real Madrid-Inter, streaming e diretta tv in chiaro Mediaset? Dove vedere il match

Yago Del Piero: l’evoluzione del ruolo e la chiamata di Stramaccioni

Il cammino nella “cantera nerazzurra” continua per il trequartista italo-brasiliano. La stagione successiva arriva un momento di svolta per la sua carriera: il mister gli cambia ruolo. Non sarà più un trequartista ma un regista di vertice basso del centrocampo: passa così da essere un “trequartista alla Kakà” ad essere un “regista alla Pirlo”. In questa nuova posizione vince anche il campionato Berretti, sempre in maglia nerazzurra. Proprio questo cambio di ruolo sarà determinante per la sua prima convocazione in prima squadra. L’allenatore dell’Inter è Stramaccioni ed i nerazzurri si apprestano ad affrontare la sfida di Europa League contro il Rubin Kazan con grandi difficoltà nel ruolo di centrocampo. Yago ottiene così la prima convocazione tra i grandi e, seppur non giocherà in quella partita, comincerà a far parlare di sé sui giornali per il cognome impegnativo.
Il ragazzo sogna in grande, ha la doppia cittadinanza ma vorrebbe giocare con la nazionale brasiliana. Per proseguire questo sogno ha bisogno di confrontarsi con il calcio dei grandi e l’Inter comincia a cercare dei possibili acquirenti.

Leggi anche:  Dove vedere Roma-Inter, streaming e diretta Tv

Yago Del Piero: la chance al Cesena ed un triste declino

Tra le squadre interessate a Yago Del Piero è il Cesena a spuntarla, portandolo subito nell’Under 19. Il brasiliano viene coinvolto nella trattativa che portò il difensore Luca Caldirola in maglia nerazzurra, diventando a tutti gli effetti un giocatore del Cesena. L’ex talento dell’Inter giocherà prima nell’Under 19 del Cesena e poi in prima squadra, militando in Serie C. L’avventura al Cesena è molto breve, Yago non trova spazio e viene ceduto in prestito al San Marino in Lega Pro. La carriera del centrocampista italo-brasiliano comincia a prendere un triste declino: il ragazzo passa dalla convocazione con Stramaccioni a militare nei campi di Lega Pro. Tra prestiti brevi e trasferimenti definitivi, Yago gioca nel San Marino fino al 2015.

Leggi anche:  Sinisa Mihajlovic Josè Mourinho un rapporto sereno

Yago Del Piero: il ritorno alle origini, il campionato di promozione veneta

Del Piero ormai è uno di quei tanti calciatori che non ce l’hanno fatta. Il sogno è quasi svanito ma non la passione per il calcio. Nel 2015 passa all’Opitergina, squadra militante nel campionato di Eccellenza del Veneto. Un ritorno alle origini per Yago, che proprio dal Veneto era partito, prima di approdare nelle giovanili nerazzurre. Tra i campionati di Promozione ed Eccellenza del Veneto trova la sua stabilità, continuando la sua carriera da calciatore (seppur non a livello professionistico). Si trasferisce al Conegliano nel 2017, squadra dove gioca tutt’ora. Qui vive una stagione di fuoco nel 2018-2019, arrivando a realizzare 8 reti.

  •   
  •  
  •  
  •