Supercoppa Italiana 2020. La Juve vince un match senza storia al Mapei

Pubblicato il autore: Daniele Conti Segui


Nello scenario deserto dello stadio Mapei di Reggio Emilia, è la Juventus ad aggiudicarsi la Supercoppa Italiana 2020. Il trofeo disputato tra la vincitrice del campionato e della scorsa Coppa Italia è andato senza troppe difficoltà tra le mani dei campioni d’Italia. Per Pirlo si tratta del primo titolo da allenatore, una vittoria che aiuta a disperdere un minimo le nubi che aleggiavano sulla sua testa per le difficoltà riscontrate sin qui in stagione.

Partita senza storia

A differenza di quanto accaduto nella finale della coppa nazionale di giugno scorso, con queste due squadre sempre protagoniste, stavolta non c’è stata davvero storia. Il Napoli è sceso in campo rinunciatario, senza mai creare problemi alla retroguardia juventina. Chissà quale sarà lo stato d’animo del presidente De Laurentiis che aveva fatto di tutto per disputare la gara il più avanti possibile sperando di avere i suoi caldi tifosi a disposizione, pronti a lottare insieme alla squadra.

Leggi anche:  Serie A, gli anticipi della 15ª giornata: i commenti in breve dagli spogliatoi

Nonostante il dominio territoriale, la Juve ci ha messo oltre un’ora per sbloccare il match. A rompere l’equilibrio un lampo di Cristiano Ronaldo, sin qui tra i più criticati della modesta annata bianconera. Nemmeno lo svantaggio ha scosso i partenopei che sono rimasti sterili e lontani dell’impensierire la porta di Szczesny. Dopo altre sortite offensive, in pieno recupero, è arrivato il sigillo di Morata che ha certificato il successo torinese.

  •   
  •  
  •  
  •