Fiumicino, multato ex calciatore Serie A: nascondeva 45 mila euro

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Fiumicino, multato ex calciatore Serie A. Il nome attualmente non reso pubblico, la Guardia di Finanza lo trattiene subito dopo aver scovato l’ingente somma di denaro nascosta. Come riferito da La Gazzetta dello Sport, nel mese di gennaio oltre 937 mila vengono non dichiarati presso l’aeroporto in merito. Accade all’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino a Roma. L’uomo dall’entità ancora ignota nasconde all’interno delle sue scarpe sportive una quantità insolita di denaro, per un totale di 45 mila euro. L’ex calciatore della Serie A al suo ritorno da Dubai, è immediatamente bloccato alla dogana.

Fiumicino, multato ex giocatore di Serie A: ecco di cosa è accusato

Fiumicino, multato ex calciatore della Serie A di cui è reso ignoto il nome, secondo le ricerche della Guardi di Finanza, più volte nell’arco degli ultimi mesi ripete la medesima azione. In totale sono 66 i tentativi dell’uomo nella ricerca di importa ed esportare denaro non dichiarato, dentro e fuori dallo stato Italiano. Nel solo mese di gennaio l’uomo provvede al movimento di denaro, scoperto a seguito di una dettagliata ricerca dall’aeroporto Leonardo da Vinci e dall’Agenzia dogana e monopoli, con i militari della Guardia di Finanza.

Leggi anche:  Serie A, gli anticipi della 15ª giornata: i commenti in breve dagli spogliatoi

Trasgressori del mese di gennaio, pagano la sanzione

Una crisi mondiale, quella del coronavirus, che non è riuscita ad apportare modifiche nel mondo dei trasgressori. Nonostante l’ingente lavoro imposto alle forze della dogana nel mantenere lo stato di sicurezza, non è stato difficile scovare i trasgressori. Nel mese di gennaio sono oltre 937 mila gli euro captati privi di dichiarazioni. I trasgressori sotto stretto controllo della Guardia di Finanza, hanno resa pubblica la volontà di pagare la sanzione. Accade recentemente, durante un controllo sulle autostrade italiane viene fermato e posto a controllo, seguentemente denunciato, il presidente del Novara Marcello Cianci. L’uomo viene ritrovato in possesso di 200 mila euro in contanti. Cianci a riguardo non lascia spiegazioni o testimonianze, per cui denunciato con l’accusa di ricettazione.

  •   
  •  
  •  
  •