Gareth Bale pronto a unirsi al boicottaggio dei social media

Pubblicato il autore: Federica Palman Segui


Il capitano del Galles Gareth Bale ha annunciato che si unirà al boicottaggio dei social media se non saranno fatti ulteriori sforzi per combattere l’utilizzo tossico delle piattaforme. I calciatori gallesi Ben Cabango e Rabbi Matondo sono stati vittime di razzismo su Instagram dopo la vittoria del Galles per 1-0 sul Messico dello scorso sabato. L’ex giocatore francese Thierry Henry ha dichiarato di abbandonare i social media a causa di razzismo e bullismo lo scorso venerdì. Henry ha scritto su Twitter che il problema è “troppo tossico per essere ignorato” e che non tornerà sulle piattaforme finché le società non tratteranno la questione con la stesso vigore col quale trattano le violazioni di copyright.

Matondo la scorsa domenica ha criticato Instagram. La Federazione calcistica del Galles si è dichiarata “disgustata per gli insulti razzisti”. Facebook, che è proprietaria di Instagram, ha annunciato di aver rimosso gli account dai quali provenivano i messaggi e che “si sta impegnando per fare di più”.

Leggi anche:  Tensione Juventus, giocatori non tranquilli vista la situazione societaria

Le parole di Bale sul boicottaggio dei social media

Gareth Bale ha parlato del possibile boicottaggio dei social media. “Qualcosa deve accadere”, ha detto il giocatore, per gran parte della carriera oggetto di insulti online. “Credo che una campagna di boicottaggio dei social media da parte di personaggi famosi dello sport e di altri ambiti possa aiutare. Se succedesse, vi aderirei. Un sacco di brutte cose mi sono state dette sui social media. Ho avuto una breve chiacchierata con Matondo e Cabango, non siamo entrati nei dettagli. Hanno parlato con i rappresentanti della Federazione e sappiamo che la polizia sta investigando”.

“Cerco di stare lontano dai social media”, ha proseguito l’attaccante del Real Madrid, ora in prestito al Tottenham, “perché ci sono così tante persone tossiche che dicono cose negative e cercano di buttarti giù. Condividere le foto degli allenamenti e quello che ci piace fare è bello, ma visti alcuni commenti a volte è meglio stare alla larga, condividere quello che vuoi e non leggere troppi commenti. Ci sono così tante brutte persone là fuori”.

Leggi anche:  Arezzo-Pro Livorno, streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Serie D

 

  •   
  •  
  •  
  •