Hamsik, Dalla Cina con cresta alle sue origini Slovacche

Pubblicato il autore: antonio gentile Segui

Dalla Cina al ritorno alle origini per Marek Hamsik in una vita calcistica sempre sulla cresta dell’ onda a suon di goal e colpi improvvisi. Dopo essere approdato nel campionato Cinese ma con prestazioni sottotono, lo slovacco è riuscito a trovare un accordo con il club che lo aveva lanciato nel calcio di prestigio.

Tutto ha avuto inizio 17 anni fa quando un giovane Hamsik partiva da un piccolo club il Podlavice per essere ceduto poi allo Slovan Bratislava facendosi notare con presenze e goal importanti.
Nemmemo il tempo di una stagione Hamsik lascia lo Slovan direzione Italia nelle file del Brescia che aveva già messo gli occhi su di lui.

3 anni decisivi nei lombardi prima di esplodere nel Napoli in 12 anni tra trionfi amore per la città e i suoi tifosi. Capitano del Napoli e figura centrale nella nazionale Slovacca si distingue non solo per il suo look originale ma anche per le sue giocate e sterzate improvvise.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana Inter Juventus in chiaro su Canale 5

Osannato da tutti gli addetti ai lavori e non solo fino al suo addio nel 2019 con nuovi stimoli verso la conquista di una Cina così lontana dai passati Europei. In un campionato già preso di mira da altri suoi
connazionali vedi i vari Cannavaro, Lavezzi, Pellè.

Hamsik comincia la sua nuova avventura nel Dalian Pro tra alti e bassi confrontandosi in un campionato ricco di ingaggi ma carente sui traguardi intrapresi. A quel punto il richiamo della propria patria è troppo forte specie se si chiama Bratislava.

Intanto il tempo calcistico vola via con responsabilità di non essere più ragazzini tra attenzioni di calcio e famiglia. Hamsik questo lo sa bene ma nonostante ciò sente ancora la voglia di chiudere un ciclo iniziato anni prima.

Leggi anche:  Arresto di Massimo Ferrero, arrivano anche le dimissioni da presidente della Samp

Tutti aspettano il suo ritorno in Italia con un futuro tutto da decifrare in un calciomercato pronto a regalarci altre prodezze di questo grande campione.

  •   
  •  
  •  
  •