Quant’è bello il Padova che sogna in grande: quaterna dei biancoscudati al Feralpi Salò

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Dopo lo scivolone di Matelica, il Padova di mister Mandorlini riprende la sua corsa per puntare alla promozione in serie B. Vittima di turno è il Feralpi Salò, seppellito sotto quattro reti. Alla squadra di casa sono sufficienti otto minuti per imporre la propria superiorità e rimanere così in testa alla classifica, distanziando il Sud Tirol, vittorioso sul Modena per 2-0.
La partita
Nel Padova c’è subito una importante novità: tra i pali non c’è Vannucchi ma Dini. A causa della squalifica di Rossettini, in difesa ci sono Kresic e Pelagatti. Le due compagini hanno un modulo speculare: 4-3-3. In attacco torna Paponi, che però dovrà uscire al 23′ del primo tempo: al suo posto Nicastro, che non sfigurerà. All’ 8′, come detto, arriva il vantaggio: a segnare è Chiricò, con un bel sinistro che si infila sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di De Lucia. Trascorrono neanche venti minuti e il Padova raddoppia, di fatto chiudendo la gara: a segnare è Ronaldo che intercetta un passaggio di Morosini e sigla il 2-0 con una conclusione rasoterra. Nella ripresa la squadra di Mandorlini giganteggia da par suo e al 66′ fa tris con un bel colpo di testa di Della Latta. Al 69′ gli ospiti rimangono in dieci per il rosso a Curcio. Il 4-0 porta la firma di Ronaldo, che sigla così la sua doppietta: è il 79′ quando il suo destro al volo dal limite fulmina il portiere ospite. Una vittoria pienamente meritata, la diciannovesima stagionale, decima tra le mura amiche: una buona media.

Leggi anche:  Serie A, Fiorentina-Sampdoria 3-1: tris dei Viola al Franchi

Il futuro
E’ un bel Padova, che si è messo rapidamente alle spalle il pesante ko di Matelica e che è ripartito alla grande, con questa quaterna. La chiave vincente pare essere nell’ottima campagna acquisti invernale, che ha portato elementi validi come Firenze e Chiricò. La squadra biancoscudata è molto spietata in zona gol: 60 reti in 31 gare: Sud Tirol (secondo) e Perugia sono fermi a quota 54 e 52. Sarà una dura lotta fino alla fine: mancano “solamente ” otto giornate (il Perugia deve recuperare una gara) e la netta impressione è che la lotta sarà tra il Padova e il Sud Tirol, anche se gli umbri lotteranno fino alla fine. Domenica prossima il Padova sarà impiegato nel campo della Vis Pesaro, vittoriosa per 2-0 a Carpi mentre il Sud Tirol sarà di scena proprio a Perugia. La promozione si deciderà probabilmente sul filo di lana. Dei tre gironi della terza serie, solo il C pare aver già trovato una sicura promossa: la Ternana. Questo girone, assieme al girone A (un solo punto separa il Como, capolista, dalla Pro Vercelli) è ancora molto incerto.

Leggi anche:  Pallone d'Oro a Messi, i complimenti di Pelè e le critiche di Casillas

 

  •   
  •  
  •  
  •