Roma- Napoli: quella volta che…i precedenti

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Il derby del sud che si giocherà domenica sera ha illustri precedenti, con gare spesso molto combattute. Una gara da ricordare è relativa alla stagione 1987-88.
E’ il 25 ottobre 1987: la squadra partenopea ha lo scudetto cucito sul petto, annovera tra le sue fila, oltre al grande Maradona, il brasiliano Careca, neo acquisto, oltre all’ex granata Francini. Alla sesta di andata il Napoli comanda la classifica, con 11 punti, tre in meno del quartetto formato da Milan, Inter, Roma e Sampdoria. Allenatore, per la terza stagione consecutiva, Ottavio Bianchi. Gli azzurri sono reduci dal sonante 6-0 rifilato al Pescara di Galeone.
La Roma è tornata a Nils Liedholm dopo le tre stagioni (culminate con le dimissioni a maggio 1987) dell’altro svedese, Sven Goran Eriksson: i giallorossi hanno perso in casa della Juventus per 1-0 ed hanno sprecato un rigore con Boniek, autore anche dell’autorete decisiva. La sfida si preannuncia calda.
La partita
La Roma deve rinunciare a Voller, infortunato. Liedholm ricorre al vecchio Pruzzo: sarà una scelta azzeccata, anche se il tecnico svedese ha sperato fino all’ultimo di avere il tedescoArbitro della contesa Pierluigi Magni. La gara è vibrante, emozionante, con il Napoli (sorretto da numerosi sostenitori) a far la parte del leone, che pare sorreggersi sulle spalle dell’attivissimo Giordano, che trova però sulla sua strada un Tancredi in grande forma. La Roma, dal canto suo, sfodera un Manfredonia in grandissima forma. Nella prima frazione di gara, Domini viene atterrato in area da De Napoli ma il direttore di gara non assegna la massima punizione. La prima frazione di gara finisce a reti bianche, nonostante l’impegno delle due squadre.
Al primo minuto della ripresa arriva il vantaggio della Roma: angolo di Conti e perfetto stacco di testa di Pruzzo che infila Garella, vanamente proteso alla propria sinistra: nessuno ancora lo sa, ma sarà l’ultima rete in giallorosso del Rey di Crocefieschi. I guai per il Napoli paiono non finire: al 55′ Careca rifila una testata a Collovati e guadagna anzitempo la via degli spogliatoi. Al 64′ Renica trattiene Boniek: doppio giallo e rosso per l’ex doriano. La squadra ospite pare alle corde, ma riesce a pareggiare al 67′: angolo di Maradona e stacco di Francini che mette nel sacco alla sinistra di Tancredi, eludendo anche il tentativo di intervento sulla linea di Domini. La Roma tenta di reagire e segnerebbe con Boniek, se l’arbitro non annullasse la rete del polacco per fallo di Collovati. Termina così 1-1: un pari che sta chiaramente più stretto ai padroni di casa.
Il campionato
La Roma termina il campionato al terzo posto, a quota 38, tornando in Europa dopo una sola stagione di assenza: il Napoli finirà secondo a quota 42. Il Milan si aggiudicherà il campionato. Maradona finirà capocannoniere del torneo con 15 reti mentre, a fine stagione, Pruzzo lascerà i giallorossi dopo 10 anni, 138 reti in 314 partite: numeri da capogiro. Curiosità: nel 1988 il difensore Moreno Ferrario verrà ceduto alla Roma mentre nel 1997 Giannini giocherà a Napoli per cinque gare, chiamato dall’allenatore e storico tifoso romanista Carlo Mazzone. Il “condor ” Massimo Agostini, in panchina nella gara dell’Olimpico, vestirà l’azzurro dal 1994 al 1996: 13 reti in 62 partite.

Leggi anche:  Salernitana-Juventus 0-2: gol di Dybala, poi Morata

6° giornata di andata
25 ottobre 1987

Roma- Napoli                                  1-1  (0-0)

Roma: Tancredi, Signorini, Oddi, Tempestilli, Collovati, Manfredonia, Domini,
Conti, Pruzzo, Giannini, Boniek.
A disposizione: Peruzzi, Righetti, Gerolin, Desideri, Agostini
Allenatore: Liedholm
Napoli: Garella, Ferrara, Francini, Bagni, Ferrario, Renica, Careca, De Napoli,
Giordano (77′ Bruscolotti), Maradona (90’Filardi), Romano.
A disposizione: Di Fusco, Sola, Carnevale.
Allenatore: Bianchi
Arbitro: Magni di Bergamo
Marcatori
: Pruzzo al 46′, Francini al 67′
Ammoniti
: Tempestilli, Collovati, Manfredonia, Conti, Boniek, Garella, Bagni
Espulsi: Careca e Renica
Spettatori: 63.161

 

  •   
  •  
  •  
  •