Juventus, Ronaldo si critica, ma non si discute

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Cristiano Ronaldo si è preso tutte le critiche ed è stato messo in discussione ma, dopo questa tripletta, ha risposto a tutti sul campo.

Ronaldo, i numeri sono così negativi?

E’ bastato qualche giorno di allenamento e la partita col Cagliari ad archiviare una pesante eliminazione in Champions League condita da tantissime critiche da parte dei tifosi bianconeri uniti a qualche dubbio. Cristiano Ronaldo è servito veramente alla Juventus? Siamo riusciti anche a mettere in discussione uno dei calciatori più forti della nostra era che, ogni giorno, macina record su record ed ha un Palmares di tutto rispetto. Non bastano nemmeno i numeri fatti registrare in bianconero: 33 gol stagionali, 123 gol totali segnati da quando è arrivato in bianconero che, uniti a tutte le reti realizzate in carriera lo proiettano al 3 posto della classifica marcatori di tutti i tempi con 770 reti segnate, superando un certo Pelè.

Leggi anche:  Milan, ecco chi può sostituire Kjaer a gennaio: l'obiettivo di mercato

La risposta alle critiche, il portoghese ha ancora fame

Una partita può, dunque, cambiare tutto? No, sono bastati 32 minuti per ristabilire la gerarchia e far capire a tutta Italia il valore di Cristiano Ronaldo. Una tripletta di liberazione, servita per riscattare qualche prestazione non da fuoriclasse e soprattutto polemica perchè Ronaldo ti farà anche gioire ma quell’orecchio come per dire “Non vi sento” è indirizzato a tutti coloro che lo hanno messo in discussione. In tempi recenti anche Massimiliano Allegri, ex allenatore Juventus, aveva dichiarato ” Non basta avere Cristiano Ronaldo per vincere la Champions” ed aveva ragione perchè, da 3 anni a questa parte, i bianconeri non hanno mai avuto una rosa all’altezza della competizione. Affossare tutte le colpe sul portoghese, per una partita sbagliata, è un’eresia insomma contando che, prima di questa stagione, tutti i gol dagli ottavi in poi li ha segnati solo lui da vero leader.

Leggi anche:  Copa Argentina: il Talleres de Córdoba raggiunge in finale il Boca Juniors

Allora, dopo tutto questo, chi ha ancora il coraggio di criticare il portoghese? Ronaldo si critica, ma non si può discutere.

  •   
  •  
  •  
  •