Ziliani al veleno su Ronaldo: “Doveva essere espulso, entrata da 3 giornate di squalifica”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


La Juventus di Andrea Pirlo, dopo l’eliminazione dalla Champions League subita per mano del Porto, ritrova la vittoria in campionato battendo il Cagliari in trasferta per 1-3. Protagonista del match, nel bene e nel male, è stato Cristiano Ronaldo, autore di una tripletta ma anche di un’entrata molto dura nei confronti di Cragno al 14′ minuto. In questa occasione l’arbitro del match, Gianpaolo Calvarese, decide di non estrarre il cartellino rosso ma quello giallo.

Ziliani al veleno dopo Cagliari-Juventuss: “CR7 Doveva essere espulso, Calvarese ha falsato la partita”

La decisione della mancata espulsione a Cristiano Ronaldo ha suscitato non poche polemiche tra addetti ai lavori, appassionati di calcio e giornalisti. Tra coloro che non hanno accettato la decisione di Calvarese vi è il giornalista Paolo Ziliani che, sul suo profilo Twitter, ha rilasciato le seguenti affermazioni:
Il calcio italiano è quella cosa che se un giocatore della Juve commette un fallo da rosso (esempio: scarpata di #Ronaldo in faccia a #Cragno), il rosso non esce mai dalla tasca dell’arbitro. Perchè se capita, fa la fine di #Fourneau. #Calvarese #CagliariJuve #CagliariJuventus“.

Quindi come da copione #Calvarese ha falsato (e quindi deciso) la partita. #Non ha espulso #Ronaldo per un fallo spaventoso (calcio in faccia a #Cragno: la Juve doveva restare per 70’ in 10) e Ronaldo ora segna gol a macchinetta. Trattasi di furto con scasso. #CagliariJuve”.

Questa cosa si chiama cartellino rosso, 3 giornate di squalifica per gioco violento e partita che riprende sull’1-0 con la #Juventus che gioca i 76 minuti restanti più recupero in 10 uomini. In due parole: furto arbitrale. #Ronaldo #Cragno #Calvarese #CagliariJuve”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Quanto starà fuori Correa? 2021 a rischio