F1, Rob Smedley: “Si presentò dicendo che avrebbe eguagliato Schumi”

Pubblicato il autore: Agata Guglietta Segui


Rob Smedley
ha lavorato in Ferrari dal 2004 al 2013, l’ex ingegnere ha parlato del pilota Felipe Massa nel podcast ufficiale del Cavallino rampante, F1 Nation. Il britannico ha consigliato al neo-pilota della rossa, Carlos Sainz, di non fare lo stesso errore che fece il suo assistito appena arrivato in Ferrari nel 2006.

L’errore di Massa

Queste le parole di Smedley che ripercorrono il discorso di Massa al momento della sua presentazione come pilota della Ferrari: “Felipe disse che avrebbe raggiunto Michael Schumacher, non proprio uno scarso…“, e continua: “La cosa peggiore che Carlos avrebbe potuto fare sarebbe stata quella di presentarsi con una grande dichiarazione, dicendo che avrebbe potuto battere Leclerc e che sarebbe diventato numero uno“. Oggi sono entrambi i piloti fuori dalla F1, Schumacher ha vinto 7 Mondiali ed è ancora tra i piloti in testa con Lewis Hamilton, mentre il pilota brasiliano non ha collezionato titoli. L’ingegnere racconta la sua esperienza: “Dissi a Felipe che non stava per battere Michael e che doveva dimenticarlo. Che alla fine sarebbe stato in grado di farlo, ma ci sarebbe voluto molto tempo e c’era bisogno di lavorare su un approccio strutturato, mettendoci tanto lavoro e usando il suo talento grezzo per tirarsi fuori dalla situazione in cui si trovava. Solo così avrebbe iniziato a fare progressi“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sky o Tv8? Dove vedere F1 Gp Spagna 2021, streaming e diretta tv