Juve-Napoli snodo importante della stagione: dal sogno scudetto all’incubo fallimento

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

juve-napoli gattuso con la coppa italia
Juve-Napoli snodo importante della stagione: dal sogno scudetto all’incubo fallimento. I bianconeri e i partenopei si affrontano nel recupero della terza giornata di campionato, chi vince balza a -1 dal Milan. Ma chi perde scivola al quinto posto. Andiamo a vedere i precedenti di questa eterna sfida Juve-Napoli, che negli ultimi anni sta segnando un pezzo importante del nostro calcio.

Juve-Napoli, la storia infinita. Basterebbero nomi per comprendere la portata di una sfida che nel corso del tempo ha sempre infiammato il campionato della Serie A. Nel 2018 e, quantomeno agli inizi del 2019, se si pensava a Juventus e Napoli si associava direttamente la parola Scudetto. Senza dimenticare i tanti, tantissimi incroci nelle finali di Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Quest’anno, invece, Juve-Napoli ha una storia diversa, intricata. Una partita inizialmente in programma il 4 ottobre 2020 e che per vicissitudini varie si giocherà il prossimo 7 aprile 2021. Basterebbe solo questo.

Juve-Napoli, i precedenti: campionati falsati e con valori in campo per nulla definiti

All’epoca ci trovavamo alle prese con un campionato in piena fase embrionale e con i valori in campo per nulla definiti. Oggi, a sei mesi di distanza, il quadro generale è tremendamente chiaro per entrambe: Juve-Napoli vare una stagione. Vale una stagione per la Juventus, incappata in uno dei proverbiali “annus horribilis“: fuori a marzo dalla corsa Champions League, mai entrata nel giro Scudetto e, ad oggi, persino fuori dalla zona Champions.

Un qualcosa di inimmaginabile ai nastri di partenza del torneo. Vale tantissimo anche per il Napoli che, nonostante un rendimento altalenante fatto di ben 8 sconfitte in campionato, è rimasto attaccato con le unghie e con i denti al treno buono che vale l’accesso diretto alla Coppa dei campioni.

juve-napoli pirlo pensieroso

La posta in gioco è altissima: in palio l’alta classifica

Per queste ragioni, mercoledì sera all’Allianz Stadium la posta in gioco sarà altissima, per entrambe. La classifica è lì da vedere e si appresta a repentini mutamenti. Fatta eccezione per l’Inter in fuga solitaria, alle spalle della capolista il gruppo è compatto: Milan 60, Atalanta 58, Napoli e Juventus 56. Morale della favola chi vince mercoledì si porta al terzo posto solitario, a una sola lunghezza dal Diavolo. Chi perde invece scivola al quinto posto ed è costretto ad inseguire. E quando mancheranno soltanto 9 partite alla fine della stagione, errori non saranno più concessi.

Lo sa benissimo la Juventus, lo sa altrettanto il Napoli. Due avversarie storiche, piene zeppe di incognite, ma chiamate al sussulto d’orgoglio in un incrocio mai banale. In una sola parola: decisivo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  MLS Cup: la finale è Portland Timbers-New York City FC