Reds sconfitti dal Real Madrid, si tingle di nero il cielo sopra Liverpool

Pubblicato il autore: Montrosset Marc Segui


Fuori dalla corsa scudetto, fuori dall’ FA Cup, fuori dall’EFl Cup e fuori anche dall’ FA Community Shield. Stagione amarissima per il tecnico Jurgen Klopp e per i suoi uomini che con la sconfitta di ieri sera rischiano di dire anche addio anche alla Champions League. Ai Reds servirà infatti un’impresa per ribaltare il 3-1 di Madrid, eliminare il Real e raggiungere le semifinali di Champions League. Le merengues però ieri hanno disputato un’ottimo calcio, e Klopp dovrà chiedere molto di più ai suoi per riuscire a passare il turno. Anfield inoltre non è più una fortezza come gli anni scorsi e gli inglesi non sembrano più quelli delle ultime 2 stagioni. Il Liverpool non vince infatti in casa dal 16 Dicembre, vittoria per 2-1 ai danni del Tottenham. Crisi dunqua nera per i Reds che ora rischiano seriamente di rimanere a 0 titoli. Ma quali sono le motivazioni di questa crisi? Cosa è cambiato rispetto alle passate stagioni? Perché il Liverpool non è più squadra degli ultimi 2 annni?

I troppi errori individuali, i tanti infortuni e l’assenza del pubblico.

L’errore di iera sera di Alexander Arnold è solo uno dei tanti errori commessi dalla retroguardia della squadra inglese durante questa stagione. Agli infortuni di due pilastri come Joe Gomez e Van Dijk, il tecnico ex-Borussia Dortumd non è mai riuscito a trovare due sostituti all’altezza. I troppi errori dei vari Williams e Philips hanno condizionato le partite dei Reds e sono i dati a parlare. 36 gol subiti in 30 partite di Premier League, in confronto ai 33 su 38 della passata stagione. Oltre alle assenze dei due centrali di difesa, Klopp ha dovuto far fronte agli infortuni di Henderson, Robertson, Fabinho, Salah, Thiago e Oxlade-Chamberlaine. Klopp ha quindi avuto la sfortuna di non aver praticamente mai avuto l’intera rosa a disposizione. Il Liverpool inoltre ha dovuto fare anche a meno anche del cosidetto “dodicesimo uomo in campo.” Da anni Anfield Road è uno degli stadi più caldi d’Europa. I tifosi dei reds sono da sempre noti per la loro capacità di riuscire a sostenere la squadra dall’inizio alla fine. Tecnico e giocatori non hanno potuto quindi beneficiare di quell’ulteriore spinta, al contrario degli anni scorsi.

  •   
  •  
  •  
  •