Var ed arbitri italiani, un rapporto difficile

Pubblicato il autore: Francesco Moscato


Gli arbitri italiani sono ancora i migliori?

Il Var e gli arbitri italiani, un rapporto mai nato, quasi fastidioso che doveva migliorare e correggere i frequenti e fin troppi errori dei direttori arbitrali del Belpaese ma che in questi tre anni di tecnologia innovativa negli stadi italiani hanno ancor di più causato recriminazioni e purtroppo polemiche.
Perché? mancanza di fiducia di chi è dinanzi agli schermi? fatto sta che anche ieri in nei recuperi di serie A Juventus-Napoli spareggio Champions e Inter-Sassuolo i due arbitri coi loro assistenti Mariani ed Irrati (andò alla Domenica sportiva) ne hanno combinate di tutti i colori.
Mariani che non fischia i due rigori netti su Chiesa e Zielinski mentre Irrati non vede quello su Raspadori a San Siro.
Colpa loro e della loro inadeguatezza o dei loro assistenti, che non li chiamano nemmeno per un controllo? fatto sta, che i due episodi sono chiari ed evidenti.
E c’è ancora chi in Italia reputa i nostri arbitri i migliori d’Europa. Dopo questi ennesimi errori ci sarebbe da farci un pensierino e rifletterci su.
Anche durante Torino-Juventus, quando De Ligt travolge Belotti, l’arbitro Pairetto, non richiama l’intervento duro in area, e non viene aiutato da Mazzoleni al Var.
Var ed arbitri italiani, un amore mai sbocciato, come se la tecnologia desse fastidio e chi dirige le partite.

Leggi anche:  Pelé ricoverato in gravi condizioni
  •   
  •  
  •  
  •