Calcio olandese: sì alle donne nelle squadre maschili

Pubblicato il autore: Martina Musu Segui


Rivoluzione calcio olandese: si aprono le porte alle donne nelle squadre maschili di Serie A

Una bella notizia, che profuma di inclusività arriva dal paese dei tulipani, l’Olanda. La Federcalcio olandese  (KNVB), ha deciso di introdurre le squadre miste uomo-donna nelle squadre di Serie A.  Le donne, dalla stagione 2021/2022 potranno giocare nelle squadre maschili. Nei Paesi Bassi, il calcio misto esiste dal 1986 ma con delle rigide limitazioni. Secondo il regolamento federale olandese, una ragazza può giocare in formazioni di squadre maschili solo nelle giovanili, fino ai 18 anni e 11 mesi. Compiuti i 19 anni, la giovane calciatrice, deve abbandonare la squadra e decidere se unirsi ad una formazione femminile o ad una formazione mista, ma di categoria B. Si tratta di un progetto pilota. Una decisione scaturita dalla storia di Ellen Fokkema. La giovane di 19 anni, giocatrice del VV Foarut (squadra di quarta divisione), dall’età di cinque anni ha ricevuto l’approvazione di poter continuare a giocare con la formazione maschile.

 

Calcio olandese: porte aperte alle donne nelle squadre maschili

La federazione olandese ha osservato a fondo il progetto della VV Foarut e ha deciso di modificare il proprio regolamento. Da questo momento le calciatrici potranno giocare nelle squadre maggiori di categoria A all’interno del campionato olandese. Questa decisione segna un momento storico per il calcio e la KNVB è convinta che in futuro si formeranno un numero sempre più elevato di squadre miste. A commentare l’avvenimento è il direttore della KNVB Jan Dirk van der Zee: “ Fino ad ora, il calcio misto era possibile per i giovani nei Paesi Bassi. Tuttavia, non appena le donne avevano raggiunto la maggiore età, dovevano scegliere tra giocare in un campionato femminile o continuare a giocare in una squadra mista ma nella categoria B. Sulla base di recenti risultati di ricerca, non vediamo più alcun motivo per attenerci a questo ed optare per l’uguaglianza e la diversità. Vogliamo che le ragazze e le donne trovino un posto adatto nel panorama del calcio in base alle loro qualità e alle proprie ambizioni”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Buffon torna al Parma: accordo raggiunto e fascia da capitano pronta
Tags: