Belgio- Italia, Jorginho svela il segreto per fermare De Bruyne

Pubblicato il autore: Alessia Pina Alimonti Segui

Belgio- Italia
Da Coverciano Jorginho prende la parola in vista di Belgio- Italia, march valido per i dei quarti di finale dell’ Europeo e in programma il 2 luglio all’ Allianz Arena di Monaco di Baviera. Il centrocampista non teme gli avversari perché è consapevole che tutte le squadre hanno dei punti deboli, ma, allo stesso tempo, riconosce la qualità del Belgio. Jorginho, poi, rivela qual è il modo per fermare De Bruyne.

Belgio- Italia: la carica di Jorginho

In conferenza stampa Jorginho dice la sua su Belgio- Italia. Il centrocampista è realista e ha descritto così gli avversari: “Il Belgio va rispettato perché è primo nel ranking, ma tutte le squadre hanno i loro punti deboli“. L’azzurro si aspetta una partita combattuta. Ha, infatti, dichiarato: “Al giorno d’oggi non ci sono più sorprese, non ci sono partite facili, non ci sono squadre contro cui dici ‘è facile’. Con l’organizzazione tattica di oggi, con la fisicità di questo calcio, non ci sono le gare scontate di una volta“.

Leggi anche:  DIRETTA LIVE Foggia-Juve Stabia: cronaca e risultato in tempo reale

Jorginho, inoltre, crede nella possibilità di andare avanti nel torneo. A questo proposito ha detto: “Tutti i ragazzi sono perfettamente consapevoli che non possiamo sbagliare, e che l’errore più grave sarebbe pensare di aver già fatto qualcosa di grande. Occorre lavorare ancora di più, fare altre sacrifici, ma il cammino è quello giusto. E posso assicurare che questo gruppo ha tanta fame di vincere“.

In attesa di vedere Belgio- Italia, il centrocampista parla anche di De Bruyne e svela qual è il segreto per fermarlo. Jorginho ha rivelato: “De Bruyne ha un’ intelligenza calcistica di altissimo livello, è difficile fermarlo, trova sempre spazi. Bisogna limitarlo nello spazio fra le linee e sui cross, che finiscono tra difensore e portiere creando confusione“.

Jorginho: “Non penso al pallone d’Oro”

Il calciatore pensa più alla squadra che ai riconoscimenti personali. A riguardo del Pallone d’oro ha affermato: “Sinceramente non ci penso perché ovviamente tutto quello che accade è solo una conseguenza del lavoro che viene svolto. La mia priorità è il gruppo,  gioire insieme a tanti compagni e tanti amici è più importante che gioire da soli. La vittoria collettiva è più importante“.
Jorginho ha lodato anche il lavoro di Mancini. Sul c.t. ha detto: “è molto tranquillo, trasmette molta serenità e fiducia, crede molto in noi ed è qualcosa che sentiamo. Ci fa sentire forti“.

Leggi anche:  DIRETTA LIVE Foggia-Juve Stabia: cronaca e risultato in tempo reale

 

  •   
  •  
  •  
  •